1
La querelle tra Mauro Zarate e la Lazio non finisce mai: poco fa il sito Cittaceleste.it ha pubblicato in esclusiva la foto del decreto ingiuntivo emesso dal Tribunale di Roma che impone al club biancoceleste di pagare 650mila euro a Luis Ruzzi, procuratore dell'attaccante argentino. 'Quei documenti sono solo una parte, ci sono ancora in piedi le cause per le commissioni: circa cinque milioni di euro che Lotito non ha liquidato - spiega l'agente -. La Lazio aveva deciso di non pagare il giocatore da ottobre dell'anno scorso. Iniziato il campionato noi sapevamo tutto, lui ce l'aveva già detto. Doveva pagare tre milioni di euro in due trance, ovvero 1.5 e 1.5, scadenza il 1 ottobre la prima, e non lo fece. Aggiungo che lo stipendio di Zarate di quest'anno corrispondeva a due milioni di euro. L'anno scorso invece la remunerazione era articolata in due voci: 1.3 milioni di euro in quattro trimestri di stipendio, e 700mila euro di premi. Fece così per il tetto ingaggi. Non pagò l'ultimo trimestre. Per quanto riguarda i 700mila euro erano divisi in 100mila euro alla prima presenza, 250mila alla quinta e 350mila alla decima. Zarate maturò quindi 100mila+350mila, che Lotito non ha mai sborsato'.
'Ci sono le cause, ma Zarate ha annullato l'arbitrato, e per me è stato un errore - chiarisce ancora Ruzzi -. E' stato mal consigliato, però lo capisco, perché Lotito quando parlavamo dell'arbitrato ci diceva Scommetto un milione di euro che lo perdete: gli arbitrati sono tre, io ne ho due e voi uno. A quel punto il calciatore si è messo paura, mi diceva: E' troppo potente, ci frega. A nulla è valso rassicurarlo. Gli risposi: Ma come fa a fregarci se hai tutti i diritti? Non puoi perdere. Ti ha distrutto come giocatore, ti ha tolto anche gli allenamenti. Niente. Al ritiro di Auronzo Lotito aveva già deciso di non pagarlo, ma non pensavamo arrivasse a non pagare neanche le commissioni. Ha pagato solo i primi tre trimestri e non l'ultimo, cosa che non può fare. Ora la Lazio dovrebbe perdere dei punti: come fai a non pagare gli stipendi di un lavoratore dipendente? Lui con la scusa della pendenza in FIFA decise di non pagare nulla, ma le cose erano su due vie diverse. Lotito non può cancellare con il gomito quello che fa firmare con la mano, come fa sempre. Noi non abbiamo mai voluto il male della Lazio, Zarate voleva solo giocare a pallone. Lotito ha distrutto un calciatore in crescita trattandolo malissimo: ora deve pagare'.