20
Intervistato dalla radio ufficiale della Lazio, il terzino Manuel Lazzari ha parlato del suo futuro spegnendo le voci di mercato che lo vogliono lontano dal club biancoceleste e dell'impatto avuto con Sarri.

SARRI E LA DIFESA - "Procede nel migliore dei modi, eravamo felici di ripartire con il nuovo mister che ha portato aria fresca con il cambio di modulo, siamo carichi e contenti. Questo è il mio terzo anno, rispetto agli altri anni è completamente diverso, a partire dal lavoro fisico ma anche con il lavoro in campo, c’è tanto da lavorare nella fase difensiva con la linea a quattro, seguiamo il mister e le sue idee, continuiamo così".

TERZINO A 4 - "Sono primo nei test atletici? Eh se mi togli anche quello (ride, ndr)... Mi impegno nella linea a quattro, dal punto di vista atletico non ho mai avuto problemi. Ne ho sentite tante, che non potevo giocare a quattro, non ho ascoltato nessuno, sono stato contento dell’arrivo di Sarri, voglio mettermi alla prova, posso farlo tranquillamente come fatto in Nazionale e alla Spal.".
MI DIVERTO - "Sarri ha le sue idee, noi vogliamo seguirlo e provare a mettere in campo le sue idee. Questa settimana sta andando bene, a parte i primi giorni perché era tutto nuovo, ci stiamo integrando e mi sto divertendo. Appena sono arrivato a Formello ho parlato con il mister, non vedevo l’ora di farmi un’annata con la difesa a quattro, voglio imparare un ruolo nuovo con le idee di Sarri perché con lui è diverso. Giocando a quattro in campionato e in Europa avrò più possibilità in Nazionale anche, dipenderà da me, da come reagirò e da come farò con la Lazio".

ESTERNO OFFENSIVO - "Io alto nel tridente? Non penso sia nelle mie corde, ho parlato anche di questo con il mister, lui la pensa come me, ho bisogno di campo per attaccare lo spazio. Dovrò essere bravo a lavorare con la linea in fase difensiva, per quella offensiva non ci sono problemi invece".