19
Il derby è un ritorno in panchina dolcissimo per Sarri. La Lazio batte la Roma 3-2 e torna a mandare segnali decisamente positivi nell'apprendimento dei nuovi dettami tattici. Al termine del match, ecco le valutazioni di Immobile e compagni.

Le pagelle di CM

Reina 7,5
: dopo Torino il portiere spagnolo si ripete. Almeno due grandi interventi su Veretout e Zaniolo e una parata determinante su quest’ultimo al 73’. Se la Lazio ottiene i tre punti è anche grazie a lui.

Marusic 7: Sarri voleva più equilibrio sulla fascia destra, ecco perché ha scelto il montenegrino e quest’ultimo ha soddisfatto le aspettative del Comandante. Partita perfetta, mai in sofferenza con El Shaarawy prima e Shomurodov poi.

L. Felipe 7: oggi nessun calo di concentrazione. Tutt’altro. Il brasiliano c’è sempre, sia in anticipo che in copertura.

Acerbi 7: stesso discorso di Luiz Felipe. I due centrali c’entrano poco sulle due reti giallorosse. Passo in avanti concreto.

Hysaj 7: l’albanese al primo derby ha un cliente molto scomodo come Zaniolo. La Roma predilige la fascia mancina per attaccare, ma il terzino biancoceleste non si fa saltare facilmente.
Milinkovic 7,5: dire che il suo inserimento è perfetto sull’1-0 è riduttivo. Il Sergente rischia anche la faccia pure di portare in vantaggio i suoi. Si perde in qualche tocco lezioso e si addormenta sul gol di Ibanez, ma a un fuoriclasse si perdona tutto. Alla 200esima presenza in A arriva il terzo gol nei derby e il primo in quelli di campionato.

Leiva 7: i 20 minuti di Torino al numero 6 sono serviti e come. L’ex Liverpool ha recuperato le forze ed oggi è tornato ai suoi livelli. Un’ora a grande intensità. Giusto il cambio anche perché ammonito. (Al 60’ Cataldi 6,5: con lui in cabina di regia della Lazio è leggermente più sbilanciata, ma non fa rimpiangere il brasiliano nella mezzora in cui è in campo).

L. Alberto 7: anche dal Mago si aspettava una reazione e quest’ultima è arrivata. Molto bene in fase di ripiego e molto attivo in quella di rifinitura. Un lancio dei suoi manda in porta Immobile per il momentaneo 3-1. (Al 66’ Akpa Akpro 6: ingresso thriller per l’ivoriano. Atterra involontariamente Zaniolo e concede il calcio di rigore trasformato da Veretout per il 3-2 della Roma. Pian piano cresce di rendimento e strappa anche lui il 6).

F. Anderson 8,5: “Potenzialmente può essere un crac mondiale”, queste le parole di Sarri in conferenza. Come ha risposto il brasiliano? Con una prestazione formidabile. Assist da playstation per il vantaggio di Milinkovic, sgasate continue sulla destra e anche il gol. Inarrestabile.

Immobile 8: sempre più leader. Non segna? Poco importa. Cala due assist di un’intelligenza pazzesca. In entrambi e casi fa venire il mal di testa a Mancini, aspetta il momento giusto e fa gioire prima Pedro e poi Felipe Anderson. Trascinatore. (Al 90’ Muriqi SV).

Pedro 7,5: l’uomo più atteso trafigge subito la sua ex squadra. Palla all’angolino e Rui Patricio battuto. Solita corsa sì, ma oggi anche tanta qualità mista a sacrificio. Si vedeva che aveva un conto in sospeso. 90’ molto positivi per l’ex giallorosso.

All. Sarri 7,5: “Spero che possa scattare la scintilla proprio al derby”. Erano state queste le parole di Sarri in conferenza stampa e stando a ciò che ha detto il campo la scintilla c’è stata. Al ritorno in panchina la sua Lazio gli regala una vittoria al primo derby. Si sono visti un po’ tutti i principi tattici del Comandante. Segnale importante.