Commenta per primo
Inzaghi e Immobile sono stati chiari in conferenza: “Quella di domani sera sarà la ciliegina sulla torta di un lavoro lungo cinque anni”, aggiungendo che scenderà in campo una Lazio orgogliosa, consapevole della forza dell’avversario, ma che allo stesso tempo si giocherà al massimo questi 180’. Tutto lasciava presagire un pomeriggio di prove tattiche, invece di queste ultime neanche l'ombra.

LA RIFINITURA SENZA PROVE - Appuntamento sul campo centrale di Formello alle ore 16:00. Dopodiché seduta prettamente tecnica per il gruppo quasi al completo. Mancavano solo Luiz Felipe e Radu (quest'ultimo ha seguito la seduta a bordocampo). Per metà allenamento Inzaghi ha lavorato con tutti. Poi i titolari contro la Sampdoria si sono staccati per degli allunghi, mentre chi è subentrato o non ha giocato contro i blucerchiati ha svolto un possesso palla. Fondamentale perciò la sgambata di domattina. L’unico dubbio al momento è in difesa con Musacchio in vantaggio su Hoedt. Sulla fascia destra tornerà Lazzari dopo la squalifica in campionato. Da sottolienare il ritorno in gruppo di Strakosha.