Commenta per primo

Vladimir Petkovic, allenatore della Lazio, parla del turno a porte chiuse comminato ieri ai biancocelesti dalla Uefa per i cori razzisti, gli striscioni ''inappropriati'' e l'uso di materiale pirotecnico nel corso della partita di Europa League con il Legia Varsavia del 19 settembre scorso: "E' difficile commentare nuovamente queste cose che ci dispiacciono e mi dispiacciono. Questa squadra non merita tutto questo trattamento. Queste penalizzazioni ci hanno penalizzato veramente. Spero nel ricorso e che si ottenga una partita aperta, una partita di calcio". 

Sulla gara di domani con la Fiorentina: "La Fiorentina viene data come una delle favorite, i viola puntano ad arrivare lontano. Anche loro vengono da una trasferta lunga, vediamo chi avrà più freschezza, sopratutto mentale. Tutti i giocatori hanno dato certe risposte, la Lazio sta crescendo anche senza elementi fondamentali. Abbiamo ripreso a girare nel verso giusto, servono conferme".

Sulla sua squadra: "In Europa abbiamo dimostrato che possiamo contare anche su altri giocatori e che abbiamo una rosa allargata. Ho visto bene la squadra ed ora dobbiamo confermare tutto questo in Italia, dove tutte le partite sono dure. Contro la Fiorentina ci vuole qualcosa di più ogni giocatore dovra dare il 20% in più di quello dato contro il Trabzonspor. Siamo un punto dietro loro, ma abbiamo davanti tutto il campionato. Loro avranno più pressione rispetto a noi".

 

Get Adobe Flash player