Commenta per primo

Stefano Pioli parla in conferenza stampa prima dell’Europa League: “Il Saint-Etienne è un avversario duro, è da rispettare, gioca un calcio semplice, organizzato e veloce. Ha fatto un buon inizio nonostante l'ultima sconfitta. Dobbiamo approcciare alla gara con la giusta mentalità. La vera Lazio? È quella che deve trovare continuità e costanza. Abbiamo fatto le ultime due prestazioni buone, per il gioco espresso, ma dobbiamo ancora crescere e trovare una striscia di risultati migliore possibile. La Lazio deve stare sempre in Europa, il nostro obiettivo è questo".

Poi si sofferma sui singoli: “Tre partite di fila per Biglia? Devo valutare, credo che per un giocatore che si allena bene non è un problema. Ma è rimasto fuori parecchio tempo, dobbiamo vedere come affrontare la partita di domani e quella con il Frosinone. Aspetto l’allenamento di domani prima di prendere la mia decisione”.

Lulic terzino è in rinascita? “Credo che Senad abbia grandi caratteristiche per quel ruolo, ha fisicità, passo, può attaccare meglio perché ha più spazio”, confessa Pioli. Che poi chiarisce le condizioni di Matri: “Lui e Konko hanno fatto un provino decisivo, ma sarà importante l’allenamento di oggi. Se andrà bene saranno convocabili entrambi”.

Cosa è per lei Felipe Anderson? “Innanzitutto è un giovane, una bella persona, un professionista, affronta il lavoro con serietà e gioca divertendosi. Aiutatemi solamente ad aver sensibilità e a mantenerlo in questo modo. L'allenatore del Saint-Etienne lo teme? Fa bene. Ravel Morrison si sta allenando molto bene, si sta inserendo sempre di più. Arriverà il suo momento sicuramente”. Chiusura sulle assenze di Matri, Klose e anche Candreva che hanno condizionato: “Chi ha giocato, ha risposto bene. Mi auguro che la sosta possa far tornare qualcuno, domani saremo competitivi. Bisogna avere la testa nella partita che è fondamentale per il nostro futuro nella competizione”.