29
A Formello c'è una squadra intera in cerca di sistemazione. E con tanto di riserve in ogni ruolo. Mentre infatti la società ragiona su come completare la rosa di Sarri con gli ultimi dettagli sul mercato, nel quartier generale della Lazio ci sono 23 giocatori in attesa di sistemazione. Tra esuberi, ex Primavera e calciatori rientrati dai prestiti, i biancocelesti potrebbero creare un team B.

BOCCIATI - La lunga lista parte dai bocciati dal mister. Alia, Escalante, Akpa Akpro e Kamenovic sono da considerare fuori dal progetto tecnico. I due centrocampisti hanno alcuni estimatori in Italia e all'estero. Poco invece all'orizzonte per gli altri due. Si aggiungerà a questi anche uno tra Adamonis e Furlanetto, in lotta per il ruolo di terzo portiere. C'è poi la grana Acerbi da risolvere al più presto e bisogna trovare un club disposto a far fare a Raul Moro un po' di esperienza in campo (il Como sembra il più interessato, ndr). Kiyine, al contrario, sembrava aver convinto tecnico e staff in ritiro, ma l'ormai più che probabile arrivo di Vecino tronca di fatto le sue speranze di ritagliarsi spazio in rosa.
TUTTI GLI ALTRI - Sfogliando la lista, in più occasioni la reazione leggendo i nomi è simile a quella di un noto politico qualche anno fa: "Chi?!". Si tratta, nella maggior parte dei casi, di vari ragazzi che hanno terminato il proprio percorso nelle giovanili biancocelesti, ma non sono poi riusciti a trovare continuità nel loro percorso altrove, rientrando sempre alla base dopo vari prestiti. Molti di loro hanno il contratto in scadenza tra 12 mesi. Sono Armini, Djavan Anderson, Falbo, Morrone, Cicerelli, Novella e Lombardi. Tutti sperano di trovare nelle prossime settimane una via d'uscita da Formello. Anche svincolandosi, se necessario. Esattamente come sta facendo Jony, in procinto di accasarsi allo Sporting Gijon. Per Durmisi c'è la speranza, dopo l'esperienza la scorsa stagione allo Sparta Rotterdam, di trovare una squadra in patria, in Danimarca. Anche lui comunque è in scadenza nel 2023, mentre finirà solo nel 2024 il legame con la Lazio di Rossi e Marino, pure loro in cerca di una meta dove accasarsi. Un'incognita è poi il futuro di due protagonisti del recente ritiro di Auronzo: Bertini e Adeagbo, che per età hanno finito il loro percorso in Primavera. Potrebbero comunque rimanere un altro anno come fuori quota. Situazione particolare quella di Patryk Dziczek, rientrato un anno fa dalla Salernitana. Gli sono stati riscontrati dei problemi di salute che gli hanno impedito di giocare nel 2022 e va capito se potrà effettivamente continuare la sua carriera. Cerca inoltre un posto dove rilanciarsi anche Fares, alle prese con il recupero dal grave infortunio al ginocchio patito a gennaio, pochi giorni dopo il suo approdo in prestito al Torino. C'è davvero tanto da fare quindi nelle prossime settimane, per non rischiare il sovraffollamento sui campi d'allenamento delle Aquile in questa stagione.