"Ho anche mandato un sms a Tare…". Così qualche giorno fa Matteo Materazzi, il procuratore di Daniele Portanova, aveva offerto il suo giocatore alla Lazio. All’indomani dell’infortunio di Gentiletti e della sconfitta contro il Genoa, la Lazio, ma soprattutto i suoi tifosi si chiedevano come la squadra avrebbe affrontato l’Udinese provando a stimolare Lotito nel fare un gesto che, non solo potesse aiutare la squadra, ma anche riavvicinare i tifosi. Il difensore ex Bologna è grande tifoso della Lazio e farebbe carte false pur di giocare in biancoceleste, conosce il campionato italiano e non costerebbe nulla alla società essendo svincolato.
 
Ieri intanto l’ennesima sconfitta nella quale si sono palesati tutti i limiti di una squadra che in fase difensiva è davvero troppo fragile. Né Novaretti né Cana hanno dato solidità ad un reparto che doveva cercare di dare tranquillità all’intera squadra: nasce dunque spontanea la domanda sul perché la Lazio non provi a prendere Portanova. Pioli lo conosce e con lui ha sempre fatto il titolare e non è un caso che - secondo le indiscrezioni esclusive raccolte da Calciomercato.com - i due si sono sentiti. Una telefonata, uno scambio di sms o forse entrambi, sta di fatto che i due ne hanno parlato ma le sensazioni del giocatore non sono positive.
Ciani era fino a qualche giorno fa fuori rosa ed ora sembra essere stato reintegrato per la gara di ieri e per la situazione d’emergenza ma Lotito ed il DS Tare non hanno intenzione di tornare sul mercato degli svincolati. Ci sono De Vrij, Cana, Novaretti e all’occorrenza Ciani ma soprattutto c’è la sensazione che - vista l’ottima impressione che ha fatto Braafheid - Radu potrebbe essere trasferito al centro della difesa. Di soluzioni dunque ce ne sono diverse, proprio per questo non si tornerà sul mercato.