3
In seguito a Simone Inzaghi, anche Pepe Reina ha presentato Lazio-Bruges in conferenza stampa. Ecco come si è espresso il portiere spagnolo.

Vista la tua esperienza, cosa dirai alla squadra?

"Si tratta di una partita speciale, ha il sapore della finale, ma noi dovremo divertirci e fare le cose che proviamo durante la settimana. Loro palleggiano molto e ti fanno correre, ma noi dovremo avere l'umiltà di accettare che la gara avrà più momenti".



Hai mai paura di sbagliare quando giochi con i piedi?

"Io mi metto i guanti per parare. Poi nel calcio attuale bisogna essere uno in più. Può capitare sbagliare, e lo accetteremo, ma giocando con i piedi noi portieri superiamo la prima pressione".

Cosa ti ha sopreso della Lazio e in cosa deve migliorare la società?

"E' una società che vuole fare un ulteriore salto di qualità e lottare ogni anno per la Champions. Sicuramente ciò che mi piace della squadra è la compattezza e la voglia di non mollare mai. La grande forza mentale".

E' veramente il gruppo la forza di questa Lazio?

"Sì. Nessuno di noi è sopra qualcun altro. La squadra e la società vengono in primis rispetto a ogni calciatore".

Te l'aspettavi di essere titolare così presto?

"Tutti lavoriamo per giocare più partite possibile. Ho un bel rapporto con Thomas, apprendiamo l'uno dall'altro. L'ho sempre detto, vengo qui per aiutare sia dentro che fuori dal campo, poi si vedrà".

Perché il mister sta utilizzando più te?

"A questo può rispondere il mister. Sia io che Strakosha possiamo giocare in qualsiasi momento e questa è la cosa migliore. In più penso che Thomas per la concentrazione che mette in ogni allenamento è fenomenale".