Commenta per primo

L'allenatore della Lazio, Edy Reja ai microfoni di Sky

Come ci si sente in cima alla classifica?

E’ molto bello stare così in alto. Siamo andati al di là delle più rosee aspettative. E’ meglio stare lassù. Ho un gruppo solido che sa le qualità che abbiamo e sa anche certi difetti. Oggi abbiamo anche migliorato la fase difensiva, anche se abbiamo faticato oltre misura, non eravamo freschi come in altre circostanze, si pressava male, arrivavamo sempre dopo il Parma, ci hanno creato delle difficoltà e non riuscivamo a ripartire perché avevamo speso moltissime energie dopo questo ciclo di partite tra campionato ed Europa League. Quando vinci queste partite è un bel segnale, perché non è mai facile.

L’impegno europeo vi sta togliendo molto a livello di brillantezza?

Sì, molto. Bisognerebbe cercare di fare le partite il lunedì quando giochiamo durante la settimana, per avere una giornata in più per recuperare.

Cissè non sembra più quello di inizio stagione. Cosa gli sta succedendo?

Anche oggi ha cercato il gol ma non riesce a centrare la porta. Non vorrei s’innervosisse oltre misura. Gli attaccanti hanno sempre un momento di difficoltà. L’altra partita ha fatto molto bene, questa un po’ meno. Non possiamo pretendere da lui che faccia sempre gol e che abbia un rendimento altissimo. In questo momento, è un po’ condizionato dal gol e alcune volte si sente insicuro in possesso palla. Questo non va assolutamente bene. Deve mantenere serenità e tranquillità. Al momento della sostituzione, è venuto a cercarmi e mi ha dato il cinque.

 

Klose straordinario

E’ una cosa straordinaria. Lui e Cissé hanno un buon accordo, si trovano bene in settimana durante l’allenamento, ma le prestazioni non sempre vengono benissimo.

 

Get Adobe Flash player