Commenta per primo

L’allenatore della Lazio Edy Reja ha parlato ai microfoni di Sky nel post partita diInter-Lazio.

Sulla partita.

Una volta in vantaggio, con l’Inter in 10, ci è girata un po’ male, perché hanno trovato il gol su punizione, poi c’è stato l’infortunio di Biava e hanno trovato il secondo gol. Noi abbiamo preso una traversa, abbiamo avuto delle opportunità, ma non le abbiamo sfruttate. È un finale di campionato entusiasmante perché non sono ancora stati fatti i giochi per quanto riguarda la Champions. È ancora tutto da vedere.

Nei 66 minuti di superiorità numerica, è mancato qualche giocatore?

Noi eravamo in partita, forse dopo l’1 a 0 abbiamo cercato di far vedere che siamo bravi, abbiamo perso qualche palla. Oggi c’è stato un infortunio, quello di Biava, che ha condizionato completamente tutta la partita. Non posso dire niente ai miei ragazzi perché hanno fatto un’ottima prova. Venire qui a Milano e mettere in soggezione l’Inter è motivo di soddisfazione sul piano del gioco, ma non su quello del risultato.

Le è piaciuto Hernanes?

È uno che va a corrente alternata, non posso chiedergli di avere un rendimento di 90 minuti, lui ha dei colpi, oggi non gli sono capitate punizioni, ma tutto sommato positivo.

Forse avete segnato troppo presto.

Quando andiamo in vantaggio cerchiamo di fraseggiare e non manteniamo l’intensità iniziale.

In 10 contro 11 si poteva fare meglio?

Si, dovevamo continuare a giocare come fino all’1 a 0, invece abbiamo perso le posizioni. Dal punto di vista tattico è mancato l’equilibrio che abbiamo avuto all’inizio della gara.

C’era un problema di tacchetti?

È il terreno. Abbiamo provato a cambiare i tacchetti dopo il riscaldamento. È un terreno infame, secondo me.