13
Alla fine è andata in scena la farsa Lazio-Torino. Un epilogo annunciato al quale però i due presidenti e la Lega non hanno voluto rinunciare. Per 45 minuti i biancocelesti sono scesi in campo allo stadio Olimpico insieme alla squadra arbitrale guidata dal sig. Piccinini della sezione di Forlì. Quest'ultimo sul referto ha scritto "partita non disputata".

"CAUSA DI FORZA MAGGIORE" - L'unica differenza rispetto Juve-Napoli dello scorso 4 ottobre è stata quella che la Lazio in campo ci è scesa in tuta, mentre i bianconeri si cambiarono e si riscaldarono. Ora, come riporta Il Messaggero, la palla passa al Giudice Sportivo. Sarà il sig. Gerardo Mastrandrea a pronunciarsi nella giornata di giovedì. Dopo aver visionato le carte, con ogni probabilità il giudice si appellerà all'art. n.55 delle Noif: "Mancata partecipazione alla gara per forza maggiore". Di conseguenza niente partita vinta a tavolino, ma match rinviato a data da destinarsi (il primo slot considerato sembra quello del 7 aprile se la Lazio dovesse uscire dalla Champions League). Processo evitato? Dipende da Lotito. Se il presidente dovesse decidere di rivolgersi alla Corte d'Appello, allora i tempi si allungherebbero comunque.