Commenta per primo

Ieri mattina “Il Secolo XIX” aveva pubblicato la notizia di un presunto interessamento della Sampdoria per Libor Kozak in vista della ormai imminente finestra di mercato di gennaio. Il giocatore ceco che fino a questo momento ha trovato pochissimo spazio in maglia biancoceleste è stato accostato ai blucerchiati del neo-allenatore Beppe Iachini, lo stesso che nella stagione 2009-2010 gli permise per la prima volta di giocare con continuità nel campionato italiano. In quella stagione in Serie B, con 30 presenze e 4 reti Libor contribuì alla splendida cavalcata delle rondinelle che centrarono la promozione in A nello spareggio dei playoff con il Torino. Adesso secondo quanto riportato dallo storico quotidiano genovese, sembra che la storia possa ripetersi anche nella Sampdoria ma il direttore sportivo Pasquale Sensibile, contattato in Esclusiva dalla redazione de Lalaziosiamonoi.it, ha voluto fare chiarezza: «Ho letto anche io di questo interessamento, ma si tratta di una cosa esclusivamente giornalistica. Io ho risposto a una domanda su questo giocatore dicendo che a me personalmente piace e subito gli è stata costruita attorno un’operazione di mercato. In questo momento noi abbiamo a disposizione sei attaccanti, tutti molto competitivi. Quello che ho detto non può considerarsi una notizia ma solo un apprezzamento». Kozak piace quindi negli ambienti blucerchiati che però, al momento, dispongono di un settore offensivo di tutto rispetto per la serie cadetta, probabilmente addirittura eccessivo, visto che nell’organico si possono contare addirittura sette giocatori e tutti di ottimo livello come Pozzi, Piovaccari, Bertani, Foggia, Maccarone, Foti e Fornaroli. Solo in caso di qualche cessione se ne potrebbe riparlare ma per il momento non si può parlare di una trattativa: «Sono abituato a ragionare sulle cose certe. Se dovesse andare via qualche nostro giocatore sarà perché chi compra, noi che vendiamo e il giocatore, abbiamo trovato tutti e tre un accordo, quindi in questo momento a me appare abbastanza improbabile. Nella nostra struttura abbiamo per ogni ruolo abbiamo delle alternative. Sicuramente Kozak ha un profilo giovane, e anche dal punto di vista fisico e tecnico si tratta di un giocatore importante, ma da qui a parlare di una trattativa ce ne passa». Una sorta di  “vorrei ma non posso” quello del direttore sportivo blucerchiato, che ammette di gradire il giovane attaccante ceco biancoceleste, ma nega che possa essere posta in essere una vera e propria trattativa. A gennaio tuttavia qualcosa potrebbe muoversi per quanto riguarda il settore offensivo della Sampdoria, visto che rumors di mercato parlano di un interessamento del Cesena per Pozzi e di una probabile partenza di Maccarone che fino a questo momento non ha praticamente mai trovato spazio nell’undici titolare. Nel caso se ne riparlerà più avanti, e se si dovessero liberare di posti nell’attacco, non è detto che i blucerchiati non facciano un tentativo per riportare Kozak alla corte di Iachini.