49
Cercasi difensore di max 22 con  almeno 20  di esperienza in Serie A. Se sembra uno dei tanti annunci su LinkedIn o Indeed, beh quasi ci avete preso: questa sarà la prossima impresa di Igli Tare. E se dovesse essere over 22, allora bisognerà cedere (Bastos), perché ad oggi dalla lista per la Serie A si rischia di tagliar fuori almeno 4-5 esuberi (anche Lulic, il capitano). E Fares, nel frattempo, ancora non è ufficiale.

KUMBULLA’ - Dopo aver abbandonato - in realtà un po’ di tempo fa - Kumbulla nelle grinfie giallorosse, scatenando una Civil War Social e maledizioni e contromaledizioni e accuse e scuse - poche - ora il ds dovrà trovare una mediazione con l’unica richiesta di Inzaghi: prendere uno davvero pronto. Chiaramente sulla sua lista - funestata dall’indicatore di liquidità e dalle cessioni ardue - ci sono tanti difensori molto promettenti, ma di certo con poca o nessuna esperienza in A. Meglio equivalenti: la Bundes vale la A ma sicuramente è bottega cara, in Belgio e in l’Olanda ok, certo, là si può pescare un de Vrij. Ma ricordiamoci insieme: stava per fare una Coppa del Mondo da protagonista, non era un signor nessuno. Su Kumbullà, non Kumbuquà cit., non la tirerei troppo per le lunghe: il Verona ha preferito altro, nessuna big italiana ha affondato, ci è andata la Roma. Che nel mentre ha sforbiciato pesantemente il monte stipendi, cedendo a destra e manca quasi tutti i big e i senatori.  

Nota a margine: a me personalmente Kumbulla piace tantissimo, ma accetto la questione come una cosa normale di calciomercato, i titoli da “beffa Lazio”, lasciamoli ai siti. Ah vero, siamo sui siti. 

CESSIONI FINALMENTE - Tare si sta muovendo sul fronte cessioni, senza guardare troppo alle sottili venature di dispiacere: Jony sta per uscire, Osasuna, nonostante tutti quegli esperimenti come mezzala di qualità. Il piede sinistro che ho amato va via: aveva solo quello, ma delizioso. Non è ancora ceduto, ma era palesemente vittima di un equivoco tattico, col 3-5-2 non c’entrava niente. Non è colpa sua. 
COSA CI ASPETTA - Aspettiamoci un finale di mercato su idee originali, che dovrebbe essere il campo privilegiato di Tare. Attenzione alla mezzala di qualità: se non Jony, arriverà un colpo alla Tare (dal Messico?). 

TARET - Un po’ come il film “Tenet”, tutto un immenso groviglio questo mercato, da David Silva in poi. Due missioni veramente difficili per Tare (se ci spaventano 13 milioni + 3 contropartite, tutto diventa difficile e low budget): trovare un difensore buono - ne ha fatti tanti in carriera, alcuni molto buoni, altri veramente poco adatti alla A - e cedere, cedere, cedere. Aspettatevi nomi fuori che non sono usciti, in tutti e due le direzioni: in entrata, ma soprattutto in uscita. Qualcuno verrà sacrificato, anche a malincuore magari. Non facciamo le vedove di Bastos, Jony o Kumbulla vi prego, ne abbiamo fin sopra i capelli di questo atteggiamento da piagnisteo. Chi non arriva, pazienza. Non è possibile sempre tenere un fazzoletto a portata di mano. Chiaramente, al netto di un fatto: se non arriva Kumbulla, deve arrivare qualcosa di meglio, o quasi. Sennò siamo al ribasso, come già successo con David Silva (chi è arrivato al suo posto?).

Ma sono francamente interessato ai nomi in entrata: mi stuzzica l’idea di Tare che si gioca un finale di mercato all’arma bianca, solo idee, fantasia e il solito Inzaghi al telefono, che spera, come noi, che arrivi un CV decente. Un Under 22, ma anche Over, esperto ma non troppo, un classico CV all’italiana.