4

Luis Alberto ha dovuto fare un post su Instagram per difendere il suo compagno di squadra Armini. Se rileggete la frase con cura, vi scatta subito un alert, un warning: da chi? Da orde feroci di tifosi avversari? Beghe personali? Una brutta vicenda tratta da un filmaccio di Walker Texas Ranger? No. Uno scontro fortuito in allenamento. Per cui Armini - che ha rischiato di fare male allo spagnolo - si è preso una carrellata di insulti da parte dei tifosi della Lazio. Se rileggete la frase, capirete quanto siamo arrivati all'assurdo. Siamo scavando sotto al fondo.

DUE MOTIVI PER CUI INSULTATE ARMINI - Insultare Armini è davvero sciocco, idiota, sarà banale, ma diciamolo. Ma non solo per una questione di qualità umana di chi decide di insultare uno sconosciuto sui social. Di più, è veramente una cosa che qualifica verso il basso chi lo fa. Il primo motivo per cui dovrebbe essere scontato NON pensarci nemmeno è semplice: avete mai visto un allenamento di calcio? Rettifico: avete mai visto un allenamento di Serie A? Nessuno si vuole fare male, ma in base a quell'allenamento, all'intensità che ci si mette, il mister decide la formazione, sapete? Non solo: chi invece è relegato spesso e volentieri in panchina ha un compito ancora più importante: allenandosi bene e con intensità sta di fatto aiutando i titolari ad avere una sessione di training davvero probante in vista degli impegni ufficiali. Capite l'importanza di quelli che voi manco calcolate di striscio? Non solo: chi non gioca mai ma si presenta sempre col sorriso, sta sempre in gruppo, partecipa alle vittorie e alle sconfitte contribuisce a creare quel clima che serve come il pane ad una squadra professionistica. Decade dunque il primo motivo per cui lo insultate: DOVEVA STARE ATTENTO. Per favore, rimettetevi gli scarpini, magari vi siete scordati, non l'avete mai fatto. Almeno, non parlate senza sapere. So che è complicatissimo, ma penso sia una necessità sempre più impellente in questa società di tuttologi che gridano in coro.

IL SECONDO MOTIVO E' PIU' GRAVE - Il secondo motivo per cui ve la prendete con Armini è la frustrazione. La frustrazione di avere un settore giovanile che non tira fuori campioni luminosi ma discreti giocatori se gli dice bene, la frustrazione di aver visto giocare in quel ruolo specifico degli interpreti poco decorosi, complicati, sputati dalle estremità dell'Europa. Tutti a chiedere di vederlo, Armini, Inzaghi non lo fa giocare - e lo vede tutti i giorni - appena balza agli onori della cronaca per un errore di intensità arriva il Crucifige (particolarmente attinente, visto il periodo). Penso che tutti quegli account di giovinotti che hanno l'insulto facile dovrebbero pentirsi e farsi un'idea dello sport che stanno seguendo che sia un po' più realistica di Fifa 21. So per certo che i tifosi genuini al massimo se la sono presa con la malasorte sempre in agguato con la Lazio, una nostra perenne compagna di strada, l'ombra malevola del fato beffardo. Che è più bello gabbare, vincere, ingannare vincendo se uniti, insieme. Anche con Armini. 

 

p.s. preferisco parlare di questo, che della furbizia di un club che si trova ora sotto indagine federale. Ci vediamo a maggio, spero davvero.