Commenta per primo

La Lazio vince in casa e guadagna la testa della classifica con l'Udinese in attesa che si giochi Napoli-Juventus. Un'altra vittoria importante in un periodo in cui la squadra di Reja sta soffrendo un momento di stanchezza: in 23 giorni la Lazio ha giocato sette gare, giovedì e domenica, senza mai avere la possibilità di preparare le gare in maniera completa. Dunque la storia del campionato della Lazio fino a questo momento non è solo frutto di casualità, ma di un programma dettagliato fatto da Reja e il suo staff.

Quella contro il Parma non è stata di certo una bella partita, ricca di emozioni, ma ancora una volta la squadra di Reja ha creato qualche occasione ed è stata attenta in fase difensiva, con un sorprendente Diakitè che ha chiuso le porte in faccia a Pellè e Giovinco senza mai sbagliare. E' una Lazio solida questa, matura, e che è cresciuta grazie a degli acquisti di livello, mirati a migliorare la squadra. E poi, ancora Klose: il tedesco ha ricevuto palla a centrocampo, ha lasciato sul posto tutti i giocatori del Parma fino ad arrivare dentro l'area, dove ha chiesto a Kozak e Sculli soltanto di buttarla dentro. 

E se il primo non ci è riuscito, complice un po' di sfortuna, il secondo non si è fatto pregare portando la Lazio in vetta. La rete, ancora una volta, è arrivata negli ultimi minuti, come nel derby, e come nel derby è arrivata la vittoria tra le mura amiche: questa era una delle componenti che mancavano alla Lazio per essere completa, e dopo i tre punti nel girone di Europa League ne arrivano altri tre in campionato allo Stadio Olimpico. La Lazio sembra dunque diventare più grande e consapevole della propria forza ogni giorno che passa, sempre di più.