Commenta per primo
La Lazio deve dar seguito al mercato fatto la scorsa estare ed al lavoro fatto da Stefano Pioli riuscendo a far fare il salto di qualità alla squadra, quel qualcosa in più attesto orami da tanti anni. La Supercoppa Italiana, i preliminari di Champions che si incastrano tra la prima giornata di campionato e un ritiro che dovrà essere preparato in maniera diversa fa si che le difficoltà saranno maggiori rispetto al solito. Proprio per questo Lotito e Tare, con il bene placido del tecnico dovranno allestire una squadra che possa essere pronta a sfidare la Juventus, la prima giornata, l'andata e il ritorno del preliminare che potrà dare alla Lazio l'accesso ai gironi della massima competizione europea. Non cedere nessuno dei titolari sarebbe il minimo, certo, davanti ad un'offerta irrinunciabile si potrebbe vacillare e magari decidere di sacrificare uno dei 'big' ammesso che venga sostituito da uno di pari valore. Ma esiste un altro Biglia ad esempio? Non tanto per caratteristiche tecniche, perché di giocatori così ce ne sono ma per un altro Biglia si intende un giocatore che possa essere l'ingranaggio perfetto per far muovere lo scacchiere di Pioli, un giocatore che detta i tempi, che chiama il pressing che all'occorrenza segna gol e di cui il tecnico si fidi. Beh, al momento non c'è. Per questo l'acquisto migliore di questa Lazio potrebbe essere la non cessione di nessuno alla quale però va anche aggiunto qualche tassello che non sia solo una scommessa. Darmian ad esempio sarebbe l'ideale per l'esterno ma la Lazio non lo sta trattando, poi serve un vice regista vista la partenza di Ledesma, un'altra mezz'ala ed un attaccante. Ma tutto questo deve essere fatto prima del preliminare, perché se dovesse capitare il Manchester United difficilmente la Lazio potrà competere solo con questi effettivi. Il salto di qualità, dunque il mercato non deve essere fatto con la certezza dei soldi della Champions per deve essere fatto per i soldi della Champions. Quello sì, sarebbe già il primo obiettivo da perseguire. Poi se gli avversari saranno più forti, il lavoro fatto servirà ad essere più vicini alla testa del campionato e magari a provare a vincere l'Europa League.