Commenta per primo

Sprazzi di Lazio a Firenze fanno ben sperare per il futuro. Dopo le prestazioni non all'altezza dell'ultimo periodo la squadra biancoceleste va al 'Franchi' e sbanca, giocando un buon secondo tempo, contro la squadra più in forma del campionato. Pur rischiando qualcosa, la Lazio porta a casa tre punti d'oro che rilanciano i biancocelesti dal punto di vista psicologico e della classifica, ponendola in una posizione che più si addice alla compagine romana.

Quando Dias è concentrato e attento, quando Ledesma fa girare il pallone, verticalizza e lancia come lui sa fare, e quando Hernanes fa l'Hernanes, i biancocelesti possono giocarsela con tutti senza timore, anche perché oltre ai giocatori già nominati si aggiungono le prove ottime di Marchetti, che ha salvato il risultato un paio di volte, di Gonzalez che non si è fermato un attimo, di Sculli che sembra essere sempre decisivo e di Klose che è semplicemente lui, mai banale, concreto e soprattutto decisivo.  

A tutto questo, nella gara del 'Franchi', si è aggiunta la buona lettura della gara di Reja, che se spesso è stato criticato per i cambi tardivi o non comprensibili, stavolta li ha azzeccati. Tutto questo rende quella di ieri per la Lazio una giornata del tutto positiva in vista di quello che accadrà il 16 ottobre: da oggi e nei prossimi 15 giorni a Roma non si farà altro che parlare di derby. La tensione già si taglia con il coltello.