10
Stavolta Tare sta facendo bingo. Siccome la Lazio sta partendo per il ritiro, e sta partendo con 3 acquisti e mezzo, per la prima volta da anni sembra quasi che il ds abbia programmato a puntino il mercato. E lo ha fatto per accontentare Inzaghi, per aiutarlo in questo nuovo ciclo che sarà molto, molto complicato e affascinante.  

3 ACQUISTI E MEZZO - L'arrivo di Lazzari corona un lavoro certosino del ds albanese: ha preso uno degli esterni destri col miglior rendimento in Italia, un centrale dominante molto interessante (Vavro) e un giovinotto di belle speranze che ha doti notevoli (Adekanye). Se gli riesce il miracolo burocratico Jony ha fatto un grosso lavoro: prendere per due spiccioli il terzo miglior assist-man della Liga rischia di essere un'operazione brillante. In questo modo ha dato nuova linfa alle fasce, regalato centimetri alla difesa (anche su calci piazzati) e donato un'alternativa davanti, con caratteristiche interessanti e grandi motivazioni. 

ORA LE CESSIONI - Facciamo un giochino insieme, sotto questo sole di luglio: mi sentirei pienamente soddisfatto se... la Lazio ora cedesse BENE chi vuole andare via. Mi sento di escludere a stretto giro la cessione di Luis Alberto: i suoi agenti stanno ragionando con la Lazio sul rinnovo, c'è la sensazione che il Siviglia per ora il cash richiesto da Lotito non abbia intenzione di metterlo sul tavolo. Il focus ora è tutto su Milinkovic Savic: tutto dipende da quello che gli si agita tra cuore e testa. Se ha intenzione di partire, lo faccia pure: ottenere più di 85 milioni per lui certificherebbe un 10 e lode in bilancio. Ma aprirebbe un abisso tecnico da cui la Lazio dovrà risalire. Voglio dire un'ovvietà, ma meglio che lo sappiate: meglio uno Yazici motivato che un Milinkovic che pensa al Real Madrid. Ma se Milinkovic si mette in testa di rimanere, vale più di 4 Yazici messi insieme, per tasso tecnico, carattere, forza fisica. 

TUTTO PER INZAGHI - Se c'è uno che oggi deve considerarsi soddisfatto è Simone Inzaghi: se lo conosciamo non lo sarà mai del tutto, ma dovrà ammettere di poter lavorare con buona parte (per me il 65%) della campagna acquisti già fatta. Cessioni? Siamo al 20%: la Lazio dovrà lavorarci molto. Si parla ancora tantissimo, a proposito, di Radu, che pare stia provando a ricucire. Non so se ci riuscirà, i voleri di Tare spesso sono ferrei: io lo spero, per tutto quello che ha dato alla Lazio. Sempre sia lodato. Ah, se Tare mi piazza altri due e mezzo colpi (1 difensore mancino, 1 centrocampista e l'attaccante forte fisicamente se parte Caicedo) per me la Lazio nella lotta Champions ci sta eccome. Con la cessione di Milinkovic, avvertenza, i 2 acquisti e mezzo dovranno essere di caratura davvero importante. Altrimenti ci ritrova come le star a sperare di vincere una coppa Italia. E il bingo di Tare di un giorno di metà luglio me lo dovrò rimangiare, con caponatina di rimpianto e letto di dolore sotto una spruzzatina di ottavo posto.