30
Milan-Leandro Damiao, una storia d'amore promessa, mai nata e che sembrava ormai tramontata da tempo: tutto sbagliato, le dichiarazioni di ieri da parte dell'attaccante brasiliano ex Internacional de Porto Alegre, attualmente al Santos, hanno insieme meravigliato e riaperto alcuni spiragli per un futuro in rossonero. L'attaccante verdeoro, classe '89, 25 anni, ha parlato ai microfoni di Fox Sports riguardo ad un suo possibile approdo nel campionato italiano: "Il Milan mi ha fatto una bella proposta, ma ho deciso di restare a giocare nel Santos. Sono stato io a voler restare. Molte squadre europee mi hanno presentato delle offerte e mi hanno cercato, tra queste l'offerta del Milan era veramente molto allettante. Ripeto, sono felice al Santos e sono contento di essere rimasto".

TORRES RINCALZO - Una dichiarazione che avrebbe del clamoroso, visto poi come sono andate le cose: infatti in rossonero è arrivato El Nino, Fernando Torres, che considerate le parole di Leandro Damiao, sarebbe praticamente un rincalzo, una seconda scelta arrivata solo per l'opposizione del brasiliano al trasferimento. La proposta rossonera sarebbe stata di quelle irrinunciabili, il rifiuto però è arrivato, probabilmente anche per la paura da parte del giocatore, in fase un po' calante negli ultimi due anni, di trasferirsi e misurarsi in questo momento con una realtà complicata e mai provata prima come quella del calcio europeo.
POTENZA, VELOCITA' E GOL - Damiao, attaccante atipico, predilige la posizione di prima punta e ha buona freddezza sotto porta. Tra le sue qualità rientrano la forza fisica e la velocità nella corsa: 33 reti in 98 presenze con i rossobianchi di Porto Alegre. Nel Santos per ora 12 presenze e 2 gol. Un cartellino valutato attorno ai 12 milioni di euro, uno stipendio non altissimo (1,5 milioni all'anno) e un'idea per l'attacco del Milan che, ne siamo convinti, non tramonterà nemmeno questa volta.