Commenta per primo

 

Dopo la sconfitta sul campo della Roma, il tecnico del Lecce Eusebio Di Francesco parla ai microfoni di Sky: "Siamo stati bravi a rimanere la partita. Abbiamo sbagliato però l'approccio iniziale, eravamo troppo bassi e nel palleggio facevamo troppi errori. Sapevamo che ci avrebbero potuto mettere in difficoltà con le loro qualità, la squadra non mi è piaciuta nei primi 25 minuti. Eravamo consapevoli del fatto che loro facevano una rete fitta di passaggi, dovevamo essere più bravi a intercettarli nelle traiettorie. Anche in fase di ripartenza siamo stati troppo fallosi. Sembrava che aspettassimo un loro gol. Fino a 14/15 punti ci sono squadre che possono rientrare nella lotta salvezza". 
 
"Sabato giochiamo una partita importante contro il Catania che vincendo ci permetterebbe di accorciare molto sulla squadre che ci precedono -prosegue il tecnico dei salentini -. Difesa a tre? Cambiare tanto non è facile, bisogna lavorarci tutta la settimana ma negli ultimi giorni avevo diversi calciatori nelle nazionali. Abbiamo giocato a tre a Cesena per necessità, ma non ci abbiamo mai lavorato. Prediligo la difesa a quattro. Cuadrado? Ha solo bisogno di dare continuità al lavoro, migliorare a livello tattico, ma ha qualità per emergere".