Commenta per primo

Col morale alto, ed incoraggiato dallo splendido sole primaverile che sta brillando sul Salento in queste ore, il Lecce si è allenato in mattinata a Calimera, in preparazione della gara di domenica prossima che vedrà ospite al Via del Mare il Cagliari di Roberto Donadoni.

Oltre al lungodegente Giuliatto, erano assenti anche Donati (in ritiro con l'Under 21 che alle 17 affronterà a Padova la Russia in amichevole) e Bertolacci, rimasto a riposo in attesa di conoscere l'esito degli esami strumentali per approfondire l'infortunio muscolare subito domenica a Genova. A parte hanno lavorato Ofere, Ferrario e Grossmuller. Contro i sardi, non ci sarà Vives, appiedato per un turno dal Giudice Sportivo.

Intanto, in sala stampa si è presentato Djamel Mesbah, uno degli uomini più in forma del momento: "Le vittorie ottenute contro Udinese e Sampdoria – ha spiegato – sono state importantissime, ma adesso fanno parte del passato, sarebbe un errore pensare di aver già conquistato la salvezza, così come pensare che quella contro il Cagliari sarà una gara abbordabile. Il nuovo modulo? Col 3-5-2 mi trovo abbastanza bene – ha aggiunto – e ho la possibilità di spingere sulla fascia, arretrando in linea a cinque in fase difensiva. Giacomazzi centrale? Non mi ha sorpreso – ha precisato l'algerino – perché il capitano è un calciatore intelligente e può giocare in più zone del campo".

Infine, simpatico e ricco di spunti l'intervento telefonico di David Di Michele, contattato da Radio Rama Football Star all'ora di pranzo: "Il mio gol più bello? Quello col Brescia – ha risposto Re David, che ha anche ricordato con piacere i tempi di Udine -. Veder giocare Giggs – ha proseguito l'attaccante giallorosso – che a 37 anni suonati corre ancora come un matto e offre spunti da campione, mi dà grosse speranze, dato che io ho davanti almeno altri tre anni di agonismo. Se rimarrò qui a Lecce? Firmerei anche subito".

Non manca una stilettata al Torino, con cui i rapporti sono precipitati negli ultimi tempi. L'Internauta – personaggio di fantasia protagonista del programma – ha provocato simpaticamente l'attaccante di Guidonia con questa affermazione: "Sai come reagiscono i tifosi del Torino ad ogni tuo gol? Estraggono la cinta dai calzoni e si autofustigano!". Questa la risposta al vetriolo di Re David: "Allora mi tocca farne ancora di più….".