Commenta per primo
Lecce-Sampdoria 1-2

Gabriel 6: ci mette i guantoni sul rigore di Ramirez ma è sfortunato perché la palla rimbalza sulla traversa e poi entra in porta. Nulla può sul secondo penalty

Rispoli 5,5: sulla sua fascia trova Augello in forma strepitosa che lo mette in difficoltà insieme a Jankto. Partita di sofferenza

Donati 6: da terzo di difesa e poi da centrale in ruoli non proprio suoi si disimpegna bene.

Meccariello 6: si rende pericoloso sui piazzati e non commette sbavature in difesa.

(dal 1’s.t. Babacar 5,5: il suo ingresso porta maggiore profondità ma non punge)

Paz 5,5: partita senza sbavature fino alla scivolata che porta al rigore del nuovo vantaggio doriano.

Calderoni 5,5: quando può spinge ma non è pungente con le sue incursioni e pecca in lucidità nelle giocate.

(dal 43' s.t. Vera sv)

Barak 6: fornisce sempre una soluzione per i suoi compagni ma sbaglia un’occasione sul finale di gara da centro area ma non era sul suo piede.
Tachtsidis 5: non stava demeritando con le sue geometrie ma poi macchia la sua partita con il fallo che causa il rigore avversario.

(dal 1’s.t. Petriccione 6: si posiziona in cabina di regia dove porta più ordine nella manovra)

Mancosu 6,5: primo tempo in ombra ma nella ripresa segna il rigore con la consueta freddezza ed entra più nel vivo della manovra

Saponara 6: prova qualche giocata delle sue ma a volte si intestardisce, è efficace quando guadagna il rigore del momentaneo pareggio con un’azione personale.  

(dal 36' s.t. Shakhov sv)

Falco 5,5: nel primo tempo soffre la posizione da punta dovendo giocare spalle alla porta contro Colley. Nella ripresa torna nel suo ruolo naturale ma le buone giocate sono poche rispetto alle palle perse.

(dal 22’ s.t. Farias 5,5: prova a portare maggiori pericoli in attacco ma senza sortire alcun effetto)


All. Liverani 5,5: schiera il 5-3-2 che aveva ben figurato contro la Juventus ma Falco è limitato poiché spalle alla porta mentre Saponara deve provare a inventare. Nella ripresa cambia la musica con Babacar supportato dai due trequartisti. Mette sotto la Sampdoria per quasi tutto il secondo tempo ma a macchiare la partita è ancora una volta un errore in difesa.