Commenta per primo
Dopo il 5-1 contro la Spal, l'allenatore del Lecce Fabio Liverani ha parlato a Rai Sport: "Oggi avevamo tantissime difficoltà, fra infortunati e giocatori che non potevano scendere in campo. Nel secondo tempo la squadra è stata più accorta. Il risultato è stato un po’ grande, ci sta la sconfitta perché la Spal ha giocato con calciatori più pronti a questo campionato. Genoa? E' normale che noi in questo momento non siamo pronti per giocare più competizioni. Il campionato è in una fase importante. Incontriamo una squadra che ha qualità, di giocatori importanti e che stanno bene. La classifica è bugiarda per il Genoa e dobbiamo cercare di dare continuità di risultati".

LAPADULA - "Noi avevamo bisogno di un giocatore che lotta e combatte, che sono sue caratteristiche, e che faccia reparto da solo. Sa che questa è la stagione della riscossa per lui e ci sta dando tanto".

MERCATO - "Abbiamo delle difficoltà come tutte le neopromosse. E' impensabile che una neopromossa colmi il gap di categoria in una sola sessione di mercato. Abbiamo speso una buona parte del budget in avanti e dato equilibrio a centrocampo e difesa. Cercheremo elementi dove avremo più lacune. Siamo in sintonia con la dirigenza, faremo due acquisti per migliorare".

GENOA - "Credo che per noi sia una partita vitale. Fuori dalla zona rossa lo siamo dalla terza giornata e vogliamo rimanerci il più a lungo possibile. Il Genoa però ha tanti giocatori di qualità e che sulla carta erano superiori a noi. Oggi il campo dice diversamente ma dobbiamo dimostrarla ogni domenica".

APPLAUSI A FIRENZE - "Mi sono emozionato. Firenze per me è stata una tappa importante. Dopo cinque anni di Lazio, sono andato a Firenze e si è instaurato un grande rapporto con la piazza. Sentire il mio nome dalla Fiesole è motivo di grande orgoglio".