Commenta per primo

Un anno fa Lazio-Inter era una tappa dell cammino dei nerazzurri verso il tricolore. Quest'anno ha un valore diverso, perchè l'Inter vuole ripartire in campionato e la Lazio vuole difendere il quarto posto, che vuole dire Champions League: "La Lazio è sempre la Lazio, nome per nome è una squadra di grande livello -  ha detto Leonardo -  non era facile per loro mantenersi dopo la scorsa stagione, ma ce l'hanno fatta. Si tratta davvero di una squadra che ha fatto molto bene ed è in forma. Ho dei dubbi di formazione: Eto'o ha male alla caviglia, difficilmente ci sarà Motta.  Il rischio di arrivare quarti in campionato? Ora siamo terzi e abbiamo sempre un obiettivo; pensare di recuperare 8 punti in 5 giornate è difficile, ma dobbiamo vincere tutte le 5 partite che restano da giocare".

Il suo futuro tiene sempre banco: "Non ho questi problemi, non penso al dopo. Mourinho? Si parla ancora di Herrera, è normale che si parli di Mourinho, che ha vinto tutto solo un anno fa. Se Mourinho tornasse all'Inter sarei il primo a dire di sì. E' normale per quello che ha fatto qui che si parli di un suo ritorno, così come è giusto sognare".

L'ultima battuta su Ganso: "Non abbiamo mai fatto un passo importante, non abbiamo mai fatto nessun tentativo. Io con lui ho un contatto personale, è una cosa diversa. La priorità, però, ora riguarda la stagione attuale e il raggiungimento degli obiettivi. Di mercato si parlerà più avanti".