35
Al termine dell'amichevole estiva che ha visto il Paris Saint Germain uscire con un pareggio per 1-1 dal campo del Norimberga in Germania, il direttore sportivo dei parigini, Leonardo, ha fatto il punto sul mercato del club analizzando, in particolare la situazione legata a Neymar. Per il brasiliano stanno fiorendo diversi rumors su un possibile addio con Manchester United, Barcellona e anche Juventus in primissima fila per lui. Queste le parole rilasciate a Le Parisien

LA SQUADRA - "Abbiamo parlato tanto con Tuchel dei difetti della squadra, ma ora penso che questa rosa sia quasi finita, sia completa. È già molto competitiva, ha un po' di tutto fra giovani e giocatori molto esperti. Ci mancano ancora i giocatori che hanno giocato la Coppa America, la Coppa d'Africa e gli Europei.

OBIETTIVI - "Ci serviva un difensore e abbiamo preso Diallo e ora cerchiamo per un centrocampista".

GUEYE - "Se Gueye dell'Everton è una pista calda? Per ora è solo una possibilità".

SIAMO A POSTO - "Sono arrivati molti giocatori come Herrera, Sarabia, Bulka, Bakker e abbiamo perso Dani Alves e Buffon, ma è rientrato Trapp dal prestito. Credo che, aggiungendo anche i giovani che iniziano ad essere pronti, numericamente siamo a posto".

COLPO IN PORTA - "Un colpo in porta se partisse Trapp? Per ora non abbiamo pianificato la sua cessione, ma poi vedremo. Per quanto riguara il ruolo del portiere è normale fare delle riflessioni perché è una situazione che si potrebbe ripetere del dualismo fra Trapp e Areola come accadde due o tra stagioni fa. Il mercato è ancora aperto, valuteremo tutte le possibilità (che parli di Donnarumma? ndr.)".

NEYMAR - "Onestamente, non c'è nulla di diverso rispetto all'ultima volta che ne ho parlato. Nulla di nulla. Non si è mosso nulla e non c'è nessuna offerta concreta per lui. Oggi è nostro, è un giocatore del Paris Saint Germain. Uno scambio? Non c'è nulla, è la setta situazione da dieci giorni".