4
Robert Lewandowski riceve la Scarpa d'Oro. L'attaccante polacco del Bayern Monaco ha dichiarato in un'intervista alla Gazzetta dello Sport: "Non ho ancora finito il lavoro! Voglio ancora mostrare quel che so fare, posso segnare molti gol e vincere altri trofei. Ora ho ancora più esperienza e ho affinato le mie qualità, voglio ancora giocare e vincere a lungo. La mia esperienza è preziosa. Mi sento anche molto bene fisicamente. I miei test fisici sono ottimali. Ciò significa che il mio corpo mi permette di giocare a questo livello ancora per qualche anno. Non mi sento vecchio. Spero di fare come il vino…". 

bf22db2b-3631-4b4b-bad6-530a59bedbfa

"Messi e Ronaldo? Io competo sempre con me stesso. Non comparo i miei numeri e gol con Leo e Cristiano, sono grandissimi giocatori, che continuano a fare grandi cose, ho grande rispetto nei loro confronti. Ma, ripeto, anch’io voglio continuare a mostrare quel che so fare, non importa quanto sarà difficile, ma voglio continuare sulla strada per il successo". 
"Benzema è un grandissimo attaccante, specie per come lavora per la squadra, lui fa sempre la cosa giusta per gli altri, non si focalizza solo sui suoi gol, è importante per il gioco collettivo". 
"E' vero che mi sono incontrato una o due volte con il presidente del Real, Florentino Perez, dopo dei match a Madrid, e non dico di più. Col Bayern gioco in Champions ogni stagione contro club di altri tornei e posso mostrare quanto bravo io sia, sono focalizzato solo sul presente e sul mio club per cercare di vincere ancora e sempre. Non penso alle speculazioni sul mio futuro che fanno altri". 

"Non conosco molto la situazione dei club italiani, so che hanno cambiato molto. Ho degli amici alla Juventus (Szczesny, ndr) ma so che gli italiani sono sempre pericolosi. E in Champions può succedere di tutto".