237
Crisi a Natale: la sconfitta interna contro l'Atalanta certifica il momento estremamente complicato che il Milan sta affrontando in questo fine 2017, con i rossoneri undicesimi e incapaci, per ammissione dello stesso tecnico Gattuso, di reagire alle difficoltà. Ai problemi sul campo si uniscono poi le costanti nubi sul futuro della società e dopo i dubbi manifestati dal Financial Times sul rifinanziamento del debito di Li Yonghong col fondo statunitense Elliott, spuntano indiscrezioni su un possibile nuovo cambio di proprietà.

CI PENSA MENDES - E' Repubblica a svelare come da ambienti finanziari di Londra arrivino spifferi sull'interesse di diversi soggetti per la società rossonera. Molti fondi sarebbero pronti a concorrere per l'acquisto futuro del club da Elliott (scenario che si concretizzerebbe nel caso in cui Li non completasse il rifinanziamento) e oltre al fondo arabo sarebbero intenzionate a tornare alla carica anche delle vecchie conoscenze, guidate da Jorge Mendes: il potente procuratore, che in estate ha portato a Milanello André Silva e cura gli interessi di Cristiano Ronaldo, starebbe spingendo gli stessi finanziatori che volevano bruciare Yonghong Li nella corsa al Milan a rifarsi sotto per acquisire il club da Elliott. Nubi continue sul futuro della società di via Aldo Rossi, che potrebbe passare in nuove mani nel giro di pochi mesi.