Luciano Ligabue, cantautore e tifoso dell'Inter, parla a Gazzetta Tv del momento che sta attraversando la squadra nerazzurra: "All'Inter dedicherei 'Quello che mi fa la guerra', che è un pezzo in cui dico che io sono il mio peggior nemico. Temo che a volte l'Inter sia la peggior nemica di se stessa. C'è una cosa che mi tormenta, a cui non riesco a darmi risposta: non capisco perché. Vorrei fare una richiesta alla Lega Calcio di chiudere il campionato alla fine del girone d'andata, visto che noi siamo sempre tra le prime 3. Non so perché, dopo il Triplete, con Mazzari, Pioli, Mancini e Spalletti siamo tra le prime 3 nel girone d'andata e dopo la stramaledetta pausa natalizia qualcosa si scioglie". 

SUL CASO ICARDI - "Al di la di tutto, essendo tifoso dell'Inter, mi dispiace per lui perché è tirato per la giacchetta da due mani molto forti: da una parte l'Inter e dall'altra la moglie-procuratore. E' in una brutta posizione, ma è bene che capisca che il tifoso si aspetta che riprenda a giocare per il bene della squadra. Io capisco anche il suo passato, credo alla sincerità quando parla del suo problema al ginocchio, ma ora è il momento di aprire una nuova pagina"