Commenta per primo
In Francia, Maxime Saada, numero uno di Canal +, ha informato la lega francese che non verserà la rata dei diritti per Ligue1 e Ligue2, pari a 110 milioni di euro prevista entro il 5 aprile. Entrambi i campionati sono attualmente sospesi per far fronte all'emergenza sanitaria del coronavirus. Come si legge su Repubblica, l’emittente francese ha citato "cause di forza maggiore" alla base della sua decisione. L'ad di Canal + ha affermato che la crisi del coronavirus ha colpito "quasi tutte le attività" del Gruppo. Un gruppo di lavoro sta per essere istituito dall'LFP per gestire i negoziati con Canal +, secondo quanto riferisce Le Monde. Per quanto riguarda altre piattaforme, secondo il Corriere dello Sport anche Dazn starebbe pensando di bloccare pagamenti per un totale di 64 milioni di euro.