210

Meno uno. Oggi è il giorno della vigilia per l'attesissima finale di Champions League, che sabato sera vedrà la Juventus sfidare il Barcellona all'Olympiastadion di Berlino per centrare il Triplete
Calciomercato.com segue LIVE la giornata delle due squadre. 








23.55 - PLATINI: 'PENSO SPESSO ALL'AVVOCATO AGNELLI' - 'Michel Platini, presidente della UEFA, parla della Juventus a Sky Sport: "Penso spesso all'avvocato Agnelli soprattutto pensando a John e Andrea Agnelli, nuove generazioni di persone che devono dare lustro all'Italia. Arrivare fino a qui per la Juventus è un grandissimo successo, poi vedremo come andrà. E' stato un cammino importante con azienda forte, tifosi forti, con la proprietà della Fiat che aveva il dovere di riportare in alto questa squadra. Sono cresciuti anno dopo anno. Lo stadio ha fatto molto bene alla società. E' bellissimo e può portare ricavi importanti rispetto agli altri stadi. Non è più l'epoca dell'Avvocato o di Berlusconi. Le gestioni non possono più perdere dei soldi se vogliono arrivare in Champions League. E per la Juve, essere qui domani, è importante in quest'ottica".


23.05 DANI ALVES SCENDE COSI' DALLE SCALE MOBILI - Ecco il modo in cui Dani Alves, esterno brasiliano del Barcellona, scende dalle scale mobili alla vigilia della finale di Champions League contro la Juventus. 


22.45 ZIDANE: 'TIFO JUVE' - Della finale di Champions League fra Juventus e Barcellona parla un grande ex bianconero, Zinedine Zidane, ora allenatore del Real Madrid Castilla: "Sì, io tifo Juve anche se si dice che il Barcellona sia favorito - spiega a Sport Mediaset -. Ma ricordatevi che nessuna squadra è mai favorita contro la Juve. Per i bianconeri gli uomini chiave saranno Tevez e Pogba. Messi? Non si ferma".


21.30 PIRLO: 'CON AGNELLI PARLO DA SEMPRE DELLA CHAMPIONS' - Andrea Pirlo, centrocampista della Juventus, parla ai microfoni di Sky alla vigilia della finale di Champions League con il Barcellona: "L'arrivo alla Juve? Avevo bisogno di cambiare, di trovare nuovi stimoli e la Juve era il progetto che più mi affascinava visto che erano anni che non vinceva. Conte? Ci ha messo sotto, ma c'era grande voglia perché venivamo da due campionati andati male. Allegri? E' arrivato con grande motivazione e voglia di rivalsa. Ci siamo ritrovati alla Juventus e siamo ripartiti da zero anche se prima non era successo niente. Finale? Sono contento di poter tornare a vivere certe emozioni. La prima è quella che ho vissuto con più ansia, era una cosa nuova e c'erano tante aspettative. Ora la vivo tranquillamente ma con la stessa voglia e la stessa emozione di una volta. Quando sono arrivato ricordo il colloquio col presidente, e già allora l'obiettivo era quello di tornare a vincere la Champions". 


20.30 ALLENAMENTO BARCELLONA: tiri in porta blaugrana.


Rifinitura del Barcellona a Berlino: tiri in porta di calciomercatocom


20.10 ALLENAMENTO BARCELLONA: torello blaugrana e allenamento dei portieri. 



Il torello del Barcellona durante la rifinitura... di calciomercatocom

19.50 ALLENAMENTO BARCA - Dopo le conferenze stampa di Piquè, Neymar e Luis Enrique, il Barcellona si sta allenando sul campo dell'Olympiastadion.

In un video postato dal club catalano, intanto, si può vedere un momento di fair-play, prima dell'inizio della seduta, tra Fernando Llorente e Sergio Busquets.



19.15 LUIS ENRIQUE: 'STILI DI GIOCO SIMILI' - Dopo i suoi giocatori, si presenta in conferenza stampa Luis Enrique: "Siamo dove volevamo essere, speriamo di lasciare un segno nella storia del club. Questa è una generazione unica, visto il numero di trofei vinti dal Barça in questi anni. Affrontiamo la partita con entusiasmo e voglia. Cercheremo di fare la partita che abbiamo preparato, mantenere la palla ed essere pericolosi, limitando le occasioni della Juve. C'è euforia, e siamo contenti che sia così. Pensiamo ad affrontare la partita con la massima serietà. Mi immagino una partita in cui terremo più palla della Juve. Terremo sempre un livello alto, ma loro cercheranno di approfittare di alcune occasioni. Non è un confronto di stile, loro hanno uno stile simile al nostro, hanno bisogno del possesso per fare il loro gioco. Ogni finale porta con sè una carica di tensione: speriamo di non risentirne troppo. Allegri è un allenatore di grande prestigio, quest'anno ha già vinto due titoli. Speriamo non faccia il triplete: anche loro hanno l'opportunità di entrare nella storia. Iniesta sarà al 100%". 
 
 

18.50 NEYMAR E PIQUE' IN CONFERENZA - E' iniziata la conferenza stampa della vigilia del Barcellona. A parlare sono Piquè e Neymar. Ecco le dichiarazioni del difensore: "La Juventus è una grande squadra, lo ha dimostrato a Madrid. Dobbiamo giocare come sappiamo. Cercheranno di colpirci in ripartenza, dovremo stare concentrati. abbiamo una delle squadre più forti della storia del Barcellona, domani dovremo mostrare chi siamo. Se vinciamo, sarà una stagione perfetta. Siamo a 90 minuti dal riuscirci". Neymar: "Non c'è un favorito, in una finale, in 90 minuti può succedere tutto. Buffon? E' un grande portiere, lo conosco da quando ci giocavo con la Play Station, ma spero di fargli gol. Questa è la partita più importante della mia vita. Ho sognato il momento in cui segno nella finale, ma continuerò a fare il mio lavoro. l'importante è diventare campioni, non chi segna. Sto vivendo il miglior momento della mia carriera, domani spero di baciare la coppa".

 

18.30 CURVA BLAUGRANA - Ecco un'anticipazione della coreografia che i tifosi del Barcellona hanno preparato per domani sera.

 

18.27 LE IMMAGINI DELLA RIFINITURA


Juve partitella all'Olympiastadion in vista... di calciomercatocom


Juve, le immagini della rifinitura a Berlino di calciomercatocom

18.15 RIFINITURA JUVE - La Juventus sta svolgendo l'allenamento di rifinitura sul terreno dell'Olympiastadion, dove tra poco più di 24 ore giocherà la finale di Champions League.

 

 

17.30 PAROLA AD ALLEGRI - Dopo Buffon e Bonucci, in conferenza stampa è il turno dell'allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri: "Siamo partiti con l'obiettivo importante di arrivare tra le prime otto. Siamo arrivati tra le prime due e ora vogliamo arrivare primi. Quello che ho portato io è stato qualcosa che ha consentito alla squadra di andare avanti in Europa. Difficilmente domani finirà 0-0, e quindi noi penseremo soltanto a fare gol".
BARZAGLI OK - "Quando ho incontrato il Barcellona due anni fa, con il Milan, giocava in modo molto diverso rispetto a oggi. Domani una delle due farà bottino pieno, perché farà il triplete. Luis Enrique ha dimostrato valori importanti già allenando la Roma, ha avuto delle difficoltà di ambientamento ma si vedeva che aveva delle idee giuste. Prima di una finale di Champions le chiacchiere di mercato non disturbano: siamo completamente concentrati sulla partita e solo su quello. Poi ci vorrà un pizzico di fortuna, come sempre. La squadra lavora serenamente da lunedì, ci dispiace per quello che è successo a Chiellini ma se, come sembra, Barzagli starà bene, giocherà lui. Se non dovesse farcela, ci sarà Ogbonna. Per il calcio italiano avere una squadra in finale di Champions è molto importante. Alzare questa coppa per noi sarebbe una bella soddisfazione, così come per tutto il calcio italiano. Domani tutti i giocatori daranno il meglio di loro stessi. Spero che Messi e il Barça siano battibili".
CENTROCAMPO DECISIVO - "Buffon ha detto che se dovesse vincere non si strapperebbe i capelli? Non lo farei nemmeno io, perché ne ho già pochi. Ho fatto tanta gavetta, ho imparato tanto e ho ancora tanto da imparare. Per arrivare in fondo alla Champions non si può giocare sempre bene, ho sentito critiche dopo la partita con il Monaco. Ci sono episodi favorevoli e altri meno, la nostra annata è comunque straordinaria. Dobbiamo essere bravi a rimanere per novanta minuti in partita, fino alla fine. Credo che domani il termomentro della gara saranno i nostri quattro centrocampisti, che hanno grandi valori riconosciuti in tutta Europa. Per quanto riguarda Buffon e Tevez, posso dire che meriterebbero il Pallone d'Oro indipendentemente dal risultato di domani. Sono due grandissimi giocatori".
 
 

17.15 BONUCCI: 'A DORTMUND LA SVOLTA' - Insieme a Buffon, ha parlato anche Leonardo Bonucci: 'Se siamo in finale è merito di un gruppo fantastico. Domani non sarà l'attacco del Barça contro la difesa della Juve, sarà una grande partita e noi dovremo fare bene come fatto a Dortmund. Quella partita ci ha fatto capire che siamo una grande squadra, ci ha dato consapevolezza. Siamo arrivati qui consapevoli di essere un gradino sotto il Barcellona, ma in una finale le differenze si assottigliano. Il mio modo di giocare resta lo stesso con Chiellini e con Barzagli. In questo momento credo che Andrea sia uno dei migliori difensori al mondo. Credo che anche io potrò essere decisivo. Ricordo dell'Heysel? La scorsa settimana siamo stati alla commemorazione delle vittime e ci piacerebbe potergli dedicare il successo domani. Mio figlio questa mattina mi ha chiesto dove stessi andando. Gli ho risposto che andavo a lavorare, a Berlino, e lui mi ha risposto che voleva andare al mare. Gli ho detto che domenica lo avrei fatto andare in vacanza con un bel regalo".
 
 

17.00 BUFFON: 'VINCIAMO E RIPARTIAMO SUBITO' - Arrivano le prime parole di Gianluigi Buffon in conferenza stampa: "Giocare questa partita è sempre stato un obiettivo che ci eravamo proposti di raggiungere con questo gruppo, quest'anno non ce l'aspettavamo perchè con il cambio di allenatore sono cambiate tante cose. Come tutte le sorprese belle, però, il fatto di essere qui ci dà grande gioia. La componente emozionale ci sarà e giocherà una parte importante della gara. Si affrontano due squadre giovani, ma con un bagaglio di esperienza molto importante. All'inizio ci sarà un po' di confusione, ma dopo si vedranno le due vere squadre. Nessuna delle due giocherà in casa, in una partita secca come una finale, certi valori emergeranno e saranno decisivi ai fini del risultato. In maniera lucida, devo dire che loro partono avvantaggiati perchè hanno grandi valori individuali. Ma anche noi abbiamo degli ottimi elementi e per questo non credo che saremo vittime sacrificali. Conte ci ha fatto i complimenti e questo ci ha fatto molto piacere. Di suo, in questa squadra è rimasta una grande determinazione e una grande ferocia. Penso che ter Stegen sia un portiere già estremamente affidabile. Gli auguro una carriera piena di successi, ovviamente iniziando da dopodomani. La partita dovremo giocarla a centrocampo, dove dovremo fare la differenza con la nostra fisicità. L'assenza di Chiellini sarà certamente pesante, anche nello spogliatoio. Faremo di tutto per vincere questa Champions e dedicarla a lui che ci teneva a giocarla. I miei figli sono molto tifosi, uno di Messi e uno di Neymar, ma alla fine tifano per la Juve, anche se in finale avrebbero preferito vederci giocare contro Real o Manchester City. Domani sarei felicissimo di vincere, ma ripartirei subito dopo. Così si affrontano questi impegni, nella Juve rappresentiamo il meglio".
 
 

16.50 PARLA ALLEGRI - L'allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, ha parlato a Mediaset Premium: "Barzagli è a disposizione, ma se non sta bene giocherà Ogbonna". A breve inizierà la conferenza stampa della vigilia, prima dell'allenamento sul terreno dell'Olympiastadion di Berlino, previsto per le 17.45.

16.45 ANCHE CALCIOMERCATO.COM A BERLINO - Il nostro inviato, Federico Zanon, è arrivato a Berlino, da dove ci racconterà l'avvicinamento di Juventus e Barcellona alla finale di domani.

 

 16.35 LA JUVE VEDE LA COPPA - Un sogno, come l'ha definita Chiellini, ma la coppa dalle grandi orecchie è lì a portata di mano. Come mostra il profilo twitter della Juventus che esibisce la coppa che sarà in palio nella sfida di domani.

 

 
 

15.45 LE PAROLE DEL CIGNO - Anche un grande attaccante, vincitore di tre Champions League (l'ultima senza giocare la finale) come Marco van Basten, ha parlato della finale di domani sera al Mundo Deportivo: "Messi farà la differenza. Se la Juve sarà in grado di arginarlo, perché fermarlo è impossibile, avrà fatto una buona parte del lavoro. I bianconeri sono stati bravi a eliminare il Real Madrid da sfavoriti, questo significa che hanno una squadra dotata di grandi qualità: mi ha sorpreso Morata, non lo conoscevo, è riuscito a brillare nel suo primo anno in un campionato difficile come la Serie A. Le due squadre hanno una caratteristica in comune, entrambe dipendono da un giocatore: il Barcellona da Messi, la Juve da Pirlo. Sono due pedine fondamentali per i rispettivi allenatori. Luis Enrique? Ha compiuto un lavoro straordinario quest'anno, da calciatore avrei pagato per giocare in una squadra come il Barça degli ultimi tempi".

15.00 PARLA TAVECCHIO - Una nota Ansa riporta le parole del presidente della FIGC Carlo Tavecchio alla vigilia della finale di Champions League tra Juventus e Barcellona, alla quale assisterà domani a Berlino: "Diciamo tutti forza Juve, speriamo in una vittoria, servirebbe ad alzare anche il ranking Uefa. Il Barcellona è una squadra forte, i bianconeri dovranno mettere in campo grande forza di volontà ed energie mentali. Speriamo sia una serata con il cielo sia azzurro sopra Berlino".


14.00 EVRA VS SUAREZ - Patrice Evra si ritroverà di fronte Luis Suarez, che durante una partita tra Liverpool e Manchester United gli rivolse degli insulti razzisti. Il terzino francese della Juventus ha dichiarato a BeIN Sport: "Stringerò la mano a Suarez. Non mi interessa lui, mi interessa il fatto che sono in finale di Champions League. Sono orgoglioso di me stesso e sono orgoglioso del colore della mia pelle, cercherò di fare in modo che Suarez senta la mia presenza in campo". 

13.30 HOTEL BIANCONERO - Duecento persone hanno accolto all'ora di pranzo l'arrivo della Juventus al 'Regent', il lussuoso hotel nel centro di Berlino scelto dal club bianconero. Applausi per Chiellini - che non giocherà la finale per infortunio - il primo a scendere dal bus, cori per Carlitos Tevez, Arturo Vidal e Gigi Buffon. Su una transenna lo striscione di 'Valsolda bianconera'. L'entrata della squadra in albergo è stata salutata da un 'Dai, vinciamo". 

 


 

13.01 C'E' GIA' LA MAGLIA DEL TRIPLETE - Nessuno vuole pronunciare quella magica parola, "Triplete", ma sul web c'è già chi ha preparato e messo in vendita la maglia celebrativa per la Juventus. Tre date ben precise, quella delle vittorie di Campionato, Coppa Italia e, ovviamente quella di domani per la Champions di Berlino e la scritta "il vero triplete" a tinte bianconere.


12.30 CI SARA' ANCHE DYBALA - Anche Paulo Dybala, primo acquisto della Juventus per la prossima stagione, non si perderà la finale di Champions League a Berlino. Sul proprio profilo Twitter, la Joya ha postato l'immagine del biglietto per la città tedesca. Per Dybala la possibilità di fare il tifo per la sua nuova squadra e magari di incontrare due suoi idoli come Carlos Tevez e Leo Messi. 


12.25 - LA JUVE E' A BERLINO - La Juventus è atterrata da pochi minuti all'aeroporto di Berlino. La squadra di Massimiliano Allegri si recherà successivamente al Regent Hotel, l'albergo che li ospiterà prima e dopo la finale di domani contro il Barcellona. Nel pomeriggio, è prevista la conferenza stampa all'Olympiastadion con l'allenatore bianconero e il capitano Gianluigi Buffon, oltre all'allenamento di rifinitura.

 


11.11 PARTITI! - Juventus e Barcellona sono decollate in volo verso Berlino. Le squadre effettueranno l'allenamento di rifinitura questo pomeriggio all'Olympiastadion. In conferenza stampa per i bianconeri parleranno mister Allegri, capitan Buffon e Bonucci. 

11.05 CHIELLINI OUT - Il difensore della Juventus, Giorgio Chiellini spiega la sua assenza per infortunio su Twitter: "Buongiorno a tutti, vi ringrazio per i numerosi messaggi d'affetto che ho ricevuto. Giocare la finale di Champions è un sogno che come me hanno avuto milioni di bambini, ma il destino a volte è beffardo. Mi sono subito reso conto dell'entità dell'infortunio, ho sperato di sbagliarmi o di poter recuperare a tempo di record come altre volte ero riuscito a fare ma stavolta era davvero impossibile. La Juventus è composta da uomini e giocatori straordinari, sono sicuro che i miei compagni lotteranno in campo come mai prima, mostreranno al mondo la grinta, la forza, la determinazione che avrei messo in questa finale, e tutti insieme riusciremo a conquistare questo sogno... Amici miei, sarò con voi a tifare e soffrire per un unico obiettivo: PORTARE A CASA QUESTA COPPA! Vincere non è importante, è l'unica cosa che conta... FINO ALLA FINE!". 

10.22 IL MURO DI BERLINO - Chiellini out: sarà 4-3-1-2 con Barzagli. Oggi nuovi test: se non ce la fa, tocca a Ogbonna. Il Corriere dello Sport: "Idea Vidal difensore centrale". 

10.11 TRIPLETE MATRIX - L'ex difensore dell'Inter, Marco Materazzi ha dichiarato a Tuttosport: "Triplete Juve? Ne sarei felice. Sarò a Berlino e non per gufare i bianconeri. Favori arbitrali col Monaco? La finale è meritata". 

9.55 XAVI VS PIRLO - Il regista spagnolo del Barcellona, Xavi ha dichiarato alla Gazzetta dello Sport: "Io e Pirlo ci sfidiamo da 18 anni. Se Andrea vince la finale abbandona? Allora perda! Per il bene del calcio". 

9.44 MESSI MEGLIO DI MARADONA PER MALDINI - L'ex capitano del Milan, Paolo Maldini ha dichiarato alla Gazzetta dello Sport: "Messi meglio di Maradona, ma la Juve avrà le sue chances. Tiferò per i bianconeri perché il tifo contro non m'appartiene, Buffon merita di alzare questa Coppa". 

9.33 GENTILE MARCA LEO - L'ex difensore della Juventus, Claudio Gentile ha dichiarato al quotidiano spagnolo Marca: "Mi piacerebbe marcare Messi in finale... Ero un difensore duro, ma corretto. L'assenza di Chiellini è pesantissima, Morata bella sorpresa". 

9.27 SACCHI CONSIGLIA MAX - L'ex ct dell'Italia, Arrigo Sacchi scrive sulla Gazzetta dello Sport: "Difesa e pressing, Allegri puoi farcela a battere Luis Enrique". 

9.18 ZAMBRO DOPPIO EX - L'ex terzino di Juventus e Barcellona, Gianluca Zambrotta ha dichiarato a La Repubblica: "Barça abbordabile lontano dal Camp Nou, la Juve è la squadra ideale per sfruttare gli spazi che i blaugrana concederanno". 

9.09 IL TATTICO VOTA PIRLO - Bacconi a Tuttosport: "Pirlo decisivo. E per Messi sposterei Marchisio. Mi aspetto Juve a folate. Tevez e Morata devono puntare i lenti Mascherano e Piqué". 

8.56 VUCINIC SENZA RIMPIANTI - L'ex attaccante della Juventus, Mirko Vucinic ha dichiarato al Corriere dello Sport: "Juve, batti il Barça e chiudi un ciclo aperto insieme. Rimpianti? Nessuno. Conte ha fatto un lavoro straordinario, ma Allegri ha migliorato la squadra". 

8.40 MOGGI A BERLINO - L'ex direttore generale della Juventus, Luciano Moggi ha scritto su Twitter: "Vado a Berlino perchè per me la Juve è importante"