Commenta per primo

Dopo essere stato defilato per un po', il Livorno torna all'arrembaggio, cercando di affondare i propri colpi in questa sessione invernale di mercato. Un primo pezzo ha già lasciato la toscana, è Francesco Bardi, portiere di grandi speranze classe 1992, che andrà in prestito all'Inter con diritto di riscatto per la metà del cartellino, presumibilmente per difendere la porta della squadra primavera. Ma andiamo ruolo per ruolo per scoprire più da vicino i movimenti della squadra amaranto.
Difesa: De Lucia non sembra essere in discussione, ma nelle ultime ore è uscito il nome di Ciro Polito, ex Grossetto e Catania, ora in forza alla Salernitana, ma sembra poco probabile il suo arrivo. Knezevic è molto vicino all'Herta Berlino, ma attenzione al Cagliari di Donadoni. Zoboli e Loria qual'ora partisse il croato sono i principali obiettivi di Spinelli, che visti i buoni rapporti con la Roma spinge più per il secondo, che ha anche molta più esperienza.
Centrocampo: Parravicini non si capisce quando rientrerà e quanto potrà essere utile a Pillon vista la lunga assenza e il brutto infortunio ricevuto, per questo si parla molto di Pestrin, 33enne mediano della Salernitana, che per caratteristiche si avvicina molto al centrocampista amaranto. Il giocatore gradirebbe la possibilità di salire nella serie cadetta, così come Robi Merino, nome fisso del mercato amaranto, ma l'idea stavolta sembra essere davvero concreta, anche se c'è da battere la concorrenza del Bari.
Attacco: Pazza idea di Spinelli, che vorrebbe portare in terra labronica Daniele Martinetti, già vicino al Livorno lo scorso anno. Il giocatore del Sassuolo sta dimostrando tutte le sue qualità nella squadra emiliana, che però naviga nei bassi fondi della serie B, e il giocatore vorrebbe una squadra più ambiziosa, ed il Livorno potrebbe proprio fare al caso suo. Vantaggiato è un altro nome sui taccuini di Spinelli e Signorelli, la punta del Padova è un ottimo elemento per la cadetteria, e forse sarebbe la punta centrale tanto cercata da Pillon. Sul piede di partenza ci sono Danilevicius (Herta Berlino o Ascoli), Volpe (moltissime squadre in Lega Pro e qualcuna in serie B), Volpato, Cellerino e non è da escludere che Tavano possa fare le valige, anche se perdere un attaccante di quel calibro nel mercato intermedio potrebbe essere rischioso. Insomma è tutto meno che fermo il mercato del Livorno, il sogno Martinetti potrebbe avverarsi, ma servirebbe comunque una cifra cospicua per convincere il Sassuolo a lasciar andare uno dei suoi pezzi più pregiati.