Commenta per primo

Il difensore del Livorno Leandro Rinaudo, autore del gol del momentaneo 1-1 ieri a Verona, nelle ultime ore è stato al centro di alcune polemiche per la sua esultanza. 'Dopo la partita l'addetto stampa mi ha chiamato e mi ha detto che dovevo andare in sala stampa non solo per parlare della mia prestazione ma anche perché c'era stata una tv veronese che aveva interpretato il mio labiale, sostenendo che io avessi detto Questo è per voi, fascisti di m... - ha spiegato il giocatore a Radio Kiss Kiss Napoli -. Sono rimasto a bocca aperta, non capisco ancora oggi che significano Destra e Sinistra. Dopodiché mi ha chiamato un amico e mi ha spiegato questa querelle della dedica polemica verso i napoletani (frutto di un'altra erronea interpretazione del suo labiale, ndr). Ci sono rimasto malissimo: Napoli per me rimane una delle città più belle al mondo, mi dispiace che si siano creati questi malumori senza motivo. Ho la coscienza a posto e spero che la gente mi creda. Seguirò e tiferò il Napoli martedì contro l'Arsenal'.

'Il gol di ieri è stato una grande liberazione: mi sono venuti in mente i momenti più brutti del passato e non nascondo che negli spogliatoi ho provato delle emozioni forti - ha proseguito Rinaudo -. Peccato che il risultato non sia stato favorevole. Paulinho? E' davvero bravo, ha delle qualità importanti ed è un professionista serio che si allena attentamente. Io gli auguro che riesca a fare un buon campionato, magari questo può essere l'anno della sua consacrazione'.