17

Sebbene bellissima e sexy, degna rappresentante dei colori rossoneri, Melissa Satta è spesso stata bersaglio delle critiche dei tifosi del Milan perché additata come causa primaria delle 'distrazioni' del Boa. 'E' Melissa che ce lo rovina', 'dovrebbe pensare meno alla velina e più al pallone', 'da quando sta con la Satta non è più lui', 'basta tatuaggi e shopping con la Melissa', 'ah Melissa, Melissa…'; questi solo alcuni dei commenti che denotano il malumore serpeggiante tra i sostenitori del Diavolo. A furor di popolo, sarebbe stata dunque lei la maggiore responsabile del calo di rendimento del giocatore. 

Ma è ormai tempo di voltare pagina, Kevin-Prince Boateng è infatti volato a Dusseldorf, città prescelta in cui vivrà la coppia, per giocare con lo Schalke 04 (non manca chi ha insinuato come la decisione del calciatore sia stata frutto proprio degli immusonimenti della compagna giunta allo stremo per le provocazioni della stampa e per le accuse della tifoseria).

Adesso è finalmente serena Melissa, che ha accolto positivamente il trasferimento del fidanzato e pensa positivo arrivando a fare voli pindarici: "Chissà, magari quest'anno faccio un figlio e mi sposo. Mi piacerebbe", ha dichiarato la showgirl in un'intervista a Chi caratterizzata anche da un piccolo sfogo in merito alle illazioni subite facendo riferimento all'ex velina che l'ha rimpiazzata, ovvero Federica Nargi, altra bellissima wag al fianco di Alessandro Matri, neo acquisto della società di via Turati: "Da velina a velina posso dirle che adesso se le piglia lei le critiche, le passo il testimone". Schietta e concisa! La Satta ha poi commentato quel pianto in tribuna durante la sua ultima apparizione a San Siro rubato dai flash, con i media che subito l'hanno attribuito all'amarezza di dover abbandonare la città meneghina. Spiacenti, niente di tutto ciò: "Io, in tribuna, mi sono commossa - spiega nell'intervista al settimanale -. Tutti hanno pensato che piangessi perché sapevo che sarebbe stata l'ultima partita di Kevin al Milan, invece non era così. Non sapevo ancora nulla. Il mio pianto era uno sfogo che accumulavo da un anno in cui venivo accusata di influire negativamente sulle prestazioni del mio fidanzato. Passavo per la strega cattiva e avrei voluto dire: Avete visto che gioca bene anche se sta con me?".

Insomma, alla fine Melissa la sua rivincita l'ha avuta grazie all'ultima magica partita del ghanese congedatosi nel migliore dei modi dai cuori rossoneri. E ora tocca alla bella Federica subentrare... 

(foto tratte dal web e da oggi.it)