137
Juve compassata a Mosca. Guilherme regala un gol in avvio e la difesa bianconera restituisce il favore poco dopo. Tanto possesso, poco altro. Delude Ronaldo, anche sostituito. Bocciato Rugani, mentre Bonucci si salva per aver evitato il gol a Joao Mario nel secondo tempo, male anche Rabiot. Poi Douglas Costa e Higuain confezionano un gol meraviglioso, che certifica gli ottavi di finale e conferma la Juve come l'unica imbattuta in Europa. 

Lokomotiv Mosca-Juventus 1-2

Lokomotiv Mosca
Guilherme 5,5
: errore clamoroso in avvio, poi tanti interventi che salvano il risultato
Ignatiev 6: senza fronzoli argina Rabiot
Hoewedes 6: tanta sostanza
Corluka 6,5: esperienza e cattiveria, difficile sfondare il muro
Rybus 5,5: ruvido, a volte troppo
Zhemaletdinov 5,5: corre e sbaglia tanto, anche un contropiede nel secondo tempo (37' s.t. Murilo s.v.)
Krychowiak 6,5: taglia e cuce, è lui il fulcro del centrocampo dei russi
Barinov 6: più quantità che qualità
Joao Mario 6,5: ispirato, in Russia si sta ritrovando (40' s.t. Kolomytsev s.v.)
Miranchuk 7: sempre pericoloso, due gol in due partite contro la Juve, un bel biglietto da visita
Eder 6: osso duro per Rugani.
All. Semin 6: si chiude e riparte, questo può fare la Lokomotiv e questo chiede alla sua squadra​

Juventus
Szczesny 5,5: si muove al rallentatore sul primo colpo di testa di Miranchuk che si stampa sul palo, tempestivo invece in uscita su Krychowiak nella ripresa quando è Bonucci a salvare tutto
Danilo 5,5: perde il duello con Joao Mario, i pericoli per la Juve arrivano tutti o quasi dalla sua parte
Bonucci 6: salta a vuoto lasciando via libera a Miranchuk in occasione del gol dell'1-1, ma un voto in più arriva solo per il salvataggio sulla linea al 77' quando Joao Mario ha sparato a botta sicura con la porta sguarnita
Rugani 5: ha scavalcato Demiral nelle gerarchie di Sarri, ma appare fuori fase e fuori forma
Alex Sandro 6,5: il migliore della difesa bianconera, porta qualità quando si sovrappone sulla sinistra
Khedira 6,5: pronti via e si becca un pestone che forse lo condiziona nei primi minuti, appena entra in partita dà equilibrio al centrocampo e poco dopo la mezzora regala un assist meraviglioso per Higuain che Guilherme vanifica (25' s.t. Douglas Costa 7: parte centrale e si allarga per indole, un esperimento da riproporre. Poi quando parte esterno e si accentra, decide la partita in tandem con Higuain)
Pjanic 6: tra i meno negativi del primo tempo, i ritmi sono bassi e spazio non ce ne sono, ma lui non rinuncia ad orchestrare sempre con uno o due tocchi
Rabiot 5,5: in difficoltà nella doppia fase, sembra che abbia sempre bisogno di almeno un'ora per entrare in partita quando gioca titolare
Ramsey 6,5: “ruba” il primo gol su punizione a Ronaldo, ma è un segnale di grande reattività in una serata dove troppi suoi compagni invece appaiono sonnecchianti (19' s.t. Bentancur 6: qualche minuto da trequartista e poi torna mezzala, alza il ritmo)
Higuain 7: una grande occasione neutralizzata dal portiere della Lokomotiv, poi un lavoro di regia offensiva piuttosto sterile ma sempre preciso. Il tacco per Douglas Costa vale quanto il gol
Ronaldo 5: il gol del vantaggio è di Ramsey, ma andrebbe diviso tra i suoi meriti e i demeriti di Guilherme. In realtà non sembra serata, si incaponisce e calcia male anche situazioni che solitamente lo vedono estremamente pericoloso, quando trova lo specchio ci pensa poi Guilherme (37' s.t. Dybala s.v.)

All. Sarri 6,5: alcune decisioni importanti. Preferisce Rugani a Demiral. E manda in tribuna Bernardeschi. Poi inizia la partita, si vede più o meno la solita Juve, che tiene tanto palla ma concretizza troppo poco. Dietro invece si balla troppo. Per sbloccarla tira pure fuori Ronaldo, che non sembra gradire: ma è una scelta giusta, perché Douglas è con Higuain che confeziona il gol decisivo.