88
Manca soltanto l'ufficialità, attesa nelle prossime ore dal titolare del Ministero della Salute Roberto Speranza, ma il governo - raccolte le indicazioni del comitato tecnico scientifico e analizzato i dati relativi alla diffusione del Covid-19 nelle ultime due settimane - ha deciso di considerare Lombardia, Sicilia e la Regione autonoma di Bolzano come zone rosse a partire da domenica 17 gennaio.

Secondo quanto riporta Il Corriere della Sera, saranno invece 9 le nuove regioni italiane in area arancione: Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria e Valle D’Aosta, che si aggiungono a Calabria, Emilia-Romagna e Veneto. Rimangono gialle invece la Provincia autonoma di Trento, la Toscana, il Molise, la Campania e la Basilicata. 

Qui un breve promemoria sulle attività consentite a seconda della zona nella quale è stata inserita la propria Regione di competenza:
ZONA ROSSA - Non si può uscire di casa, se non per lavoro, salute o necessità, ma sempre con l'autocertificazione; negozi chiusi, bar (fino alle 18) e ristoranti solo per l'asporto. Palestre e piscine chiuse.

ZONA ARANCIONE - Consentiti spostamenti nel proprio comune senza autocertificazione. Non ci si può spostare in altri comuni se non per i motivi consentiti. Bar (fino alle 18) e ristoranti solo per l'asporto, negozi al dettaglio aperti, centri commerciali chiusi nei giorni festivi e prefestivi. Chiuse palestre e piscine.

ZONA GIALLA - Spostamenti consentiti dalle ore 5 alle 22 all'interno della stessa regione. Aperti bar e ristoranti: fino alle 18 si può consumare dentro, dopo quell'orario solo asporto o consegna a domicilio. Centri commerciali aperti nei giorni feriali, chiusi sabato, domenica e festivi. Palestre e piscine chiuse.