110
Con Simone Inzaghi è andata male: il Milan ci ha pensato per il dopo Gattuso, ma Lotito è riuscito a blindare il proprio tecnico, facendogli firmare il rinnovo sino al 2021. Ora, rischia di sfumare anche l'altro obiettivo in casa Lazio, il preferito di Paolo Maldini per il ruolo di direttore sportivo: Igli Tare

PIU' SOLDI - Sotto contratto sino al 2022, il dirigente albanese è attratto dalla chiamata di Elliott e dei rossoneri, che per ripartire vogliono affidare il nuovo corso proprio all'ex attaccante del Brescia. Ma Lotito ha messo sul piatto un contratto da 1,5 milioni di euro a stagione (quasi il doppio dell'attuale) per blindarlo e allontanare le sirene milaniste. La Lazio è convinta che Tare non si muoverà. 

IL MILAN SPERA - Il Milan, dal canto suo, continua a lavorare ai fianchi di Tare, non si arrende e continua a sperare di poter 'vestire' di rossonero il ds laziale. Ma, allo stesso tempo, vaglia soluzioni alternative: tornano di moda i nomi di Giovanni Sartori dell'Atalanta e di Carlo Osti della Sampdoria. Con Maldini alla ricerca di un braccio destro per muoversi sul mercato.