53
Il presidente della Lazio, Claudio Lotito ha commentato ai margini della presentazione di Carolina Morace per la squadra femminile alcune mosse che hanno condizionato il mercato estivo dei biancocelesti a partire dagli addii di Correa e Inzaghi.

CORREA - "È un buon giocatore, ma non poteva più giocare con noi perché non era adatto al nostro nuovo assetto tattico. Non c’entra la qualità dei giocatori, serve capire se questi calciatori che abbiamo mantenuto abbiano la capacità di adattarsi a quel tipo di modulo" 

SARRI - "La grande esperienza del mister Sarri, un maestro di calcio, porterà a far esprimere al 100% le potenzialità dei singoli calciatori. Lui da questo punto di vista viene ritenuto capace di migliorare le potenzialità dei calciatori. Abbiamo preso dei calciatori che hanno delle grandi potenzialità, riconosciute da tutti, però poi le devono dimostrare sul campo. Non posso fare delle previsioni adesso". 
DIFENSORE DAL MERCATO - "​Se arriverà un difensore dagli svincolati? Non faccio il tecnico. Penso che la squadra che abbiamo possa competere alla pari con tutti, poi dopo si vedranno le cose. Ho detto che il mercato non è mai chiuso perché, come si dice, il peggio non è mai morto, ma nemmeno il meglio. Le cose si fanno in progress, vediamo quello che succede".

INZAGHI - ​"Nella vita ognuno raccoglie quello che semina. Prendo atto dei comportamenti della gente, ma non ne faccio mica un dramma. Tutti sono utili e nessuno è indispensabile, quindi non è un problema. Lui continuerà a fare l’allenatore, io continuerò a fare il presidente. Vedremo poi alla fine chi rimarrà nel sistema più a lungo".