Cinque squadre in gioco, novanta minuti di fuoco, tutto ancora possibile. La lotta per rimanere in Serie A è apertissima, incandescente. Chievo, Udinese, Cagliari, Spal e Crotone: in quattro saranno salve, una inevitabilmente dovrà ripartire dalla Serie B. La vittoria di oggi dei sardi di Lopez a Firenze ha smosso le acque: un successo difficile da prevedere, proprio per questo ancora più importante. Gli isolani hanno così abbandonato il terzultimo posto, ora di proprietà del Crotone, raggiunto nel finale allo Scida dalla Lazio. Vittorie esterne a dir poco preziose anche per Chievo e Udinese, mentre la Spal, nonostante l’iniziale vantaggio, ha subito la rimonta del Torino all’Olimpico. Al momento la situazione in classifica è la seguente: Chievo 37, Udinese 37, Cagliari 36, Spal 35, Crotone 35. Cinque squadre in due punti, tante le possibilità ancora aperte.

SCONTRI DIRETTI - Innanzitutto, i criteri in caso di arrivo di due squadre a pari punti sono: 1- punti negli scontri diretti, 2- differenza reti negli scontri diretti, 3- differenza reti generale, 4- maggior numero di reti segnate, 5- sorteggio. In questa situazione: 
  • il Cagliari prevarrebbe su Spal, Udinese e Crotone, non con il Chievo;
  • il Crotone è quella messa peggio, essendo sotto con Cagliari, Spal e Udinese, mentre con il Chievo, con cui è pari negli scontri diretti, andrebbe verificata la differenza reti (al momento per un gol a favore dei clivensi);
  • il Chievo avrebbe la meglio su Cagliari, Spal e Udinese, con il Crotone invece come suddetto andrebbe controllata la differenza reti; 
  • la Spal è sotto con Cagliari e Chievo, mentre sarebbe sopra a Crotone e Udinese;
  • l’Udinese infine ha gli scontri diretti a sfavore contro Cagliari, Chievo e Spal, a favore solo con il Crotone.
CLASSIFICA AVULSA - In caso di arrivo di più squadre a pari punti, entra in scena la classifica avulsa, cioè la quantità di punti racimolati dalle 3 o più formazioni in questione. In questo caso le combinazioni sarebbero molteplici, ma di sicuro il rischio maggiore lo correrebbero Crotone, Spal e Udinese, le tre che hanno ottenuto i risultati peggiori negli scontri diretti. Cagliari e Chievo, rispettivamente 16 e 17 punti fatti, sarebbero in una posizione di vantaggio.

ULTIMI 90’ - Questi le combinazioni, fondamentale rimane però il calendario. Domenica prossima, alle 18, gli impegni più agevoli sulla carta li hanno Chievo, impegnato al Bentegodi contro il Benevento fanalino di coda, e l’Udinese, che ospita al Friuli il Bologna già salvo. Difficoltà medio alta per il Cagliari, opposto all’Atalanta, e per la Spal, che affronta in casa la Sampdoria. Sia gli orobici che i doriani potrebbero non aver più obiettivi, giocando così con motivazioni inevitabilmente minori. A dir poco proibitiva invece l’ultima giornata per la squadra di Zenga, in campo al San Paolo contro il Napoli. Tante combinazioni, tante possibilità, una sola certezza: se Chievo, Udinese e Cagliari vincono le rispettive gare, sono aritmeticamente salve. Per il resto, non resta che aspettare domenica prossima. Mancano solo 90 minuiti, poi conosceremo il nome della squadra che accompagnerà in Serie B Benevento e Verona.