1
A margine della presentazione delle nuove maglie gara per la stagione 2019/2020 dell'Atalanta, l'a.d. di Atalanta Luca Percassi dà la notizia tanto attesa dalla tifoseria nerazzurra: "Siamo contenti di poter dire che pochi minuti fa è stato confermato Mario Pasalic all'Atalanta, con un anno di prestito e diritto di riscatto, noi puntiamo molto su questo giovane. La squadra orobica è la seconda squadra in cui il croato ha giocato per due stagioni di fila".

TUTTI RICONFERMATI. Ha parlato anche di mercato il figlio del patron Antonio Percassi: "Sarà una stagione importante, impegnativa ed entusiasmante, siamo circondati da un grande affetto, sto andando spesso a fare un sopralluogo allo stadio ed è emozionante, è straordinario vedere quanto lavorano, ma nessuno si renderà conto di quello che vivremo quando la curva sarà inaugurata. Mantenere la squadra al completo e riconfermata equivale a comprare altri giocatori".
COLPO MURIEL. "Tutti i giocatori vogliono sposare il progetto Atalanta, ma abbiamo l'attenzione di tutte le squadre sulla nostra rosa. Muriel è un grande giocatore che completa l'attacco migliore della Serie A, ma avere la forza di tenere tutti i giocatori equivale a comprarne un altro. Con il Mister stiamo facendo ragionamenti sugli interessi dei giocatori della Primavera ambitissimi dopo lo Scudetto. Il mercato vive di accelerazioni, con Muriel abbiamo passato una notte particolare perché si è fatto male ma non è stato riscattato dalla Fiorentina, ma è un acquisto importantissimo. La conferma di Mario Pasalic è una notizia grandissima".

BASTA ATTACCANTI. "Non è facile mercato difficile, su Muriel investimento pesante, ma non possiamo comprare tutti così, partiamo già da una squadra forte confermata in tutto. Se non vendi è difficile però prenderne altri del suo livello. La Dea non ha bisogno di altri attaccanti forti, secondo me si parte già da un attacco straordinario, lavoriamo al mercato 24 ore su 24. Ma molti attaccanti non vogliono venire all'Atalanta perché sanno che ci sono già titolari fortissimi".