731
Il Chelsea cerca un grande centravanti sul mercato. Dopo la vittoria della Champions League, Abramovich vuole regalare a Tuchel un pezzo da 90, anzi da 130 (milioni di euro): questo è il budget stanziato dai campioni d'Europa per il cartellino del calciatore in questione. Finora non è stato sufficiente a convincere il Borussia Dortmund (che ha già ceduto Sancho al Manchester United per 85 milioni) a lasciar partire Haaland e così le attenzioni del club inglese si sono spostate su Romelu Lukaku. 

La missione è già partita, infatti Abramovich ha inviato a Milano suo figlio (da giorni in un lussuoso hotel del centro) per allacciare i contatti con l'entourage del nazionale belga. I colloqui sono in corso, ma finora a bloccare la trattativa è stata la volontà di Lukaku, felice all'Inter e poco convinto di tornare in Inghilterra nonostante una proposta d'ingaggio da oltre 10 milioni netti all'anno contro i 7,5 milioni che guadagna ora. Sempre secondo il Corriere della Sera, i nerazzurri vorrebbero tenerlo, ma la posizione finanziaria del club non è forte e il sacrificio di Hakimi non è bastato a sistemare i conti appesantiti da una difficile situazione debitoria. 
Il Chelsea parte da un'offerta di 100 milioni, ma è pronto a rilanciare fino a 130 milioni di euro. In alternativa può inserire delle contropartite tecniche fra Marcos Alonso, Emerson Palmieri, Zappacosta e la punta tedesca Timo Werner. Altrimenti, in caso di cessione di Lukaku (arrivato due estati fa dal Manchester United per 75 milioni di euro), l'Inter dovrebbe reinvestire almeno 70-80 milioni dei 130 che incasserebbe per provare ad acquistare il colombiano Duvan Zapata dall'Atalanta e l'italiano Giacomo Raspadori dal Sassuolo.