50
Romelu Lukaku, attaccante del Belgio, leader dell'Inter campione d'Italia, si racconta a L'Uomo Vogue: "L'affetto dei tifosi italiani? Diverso perché è più appassionato, si sente che viene dal cuore. La gente te lo dimostra, si vede dagli occhi che sono sinceri. La mia stagione è andata benissimo; ogni volta che vedo i tifosi in giro, cerco di corrispondere il loro affetto, di essere gentile con loro e dedicargli tempo". 

TIFOSI SPECIALI - "L'esempio più lampante di questa cosa è stato quando, dopo la finale di Europa League, dopo tutto quello che è successo, la risposta emotiva che c'è stata mi ha dimostrato che la gente mi voleva veramente bene perché ho ricevuto più affetto che negatività, nonostante la sconfitta. Lì è scattato qualcosa che mi ha fatto dire che avrei fatto qualsiasi cosa per far vincere la mia squadra, ma anche per aiutare i miei compagni di squadra. Per essere io un bravo compagno di squadra, per farmi trovare pronto dall'allenatore in qualsiasi evenienza. In definitiva, per cercare di vincere. E quando abbiamo vinto, tutto il gruppo di giocatori dell'Inter ha ricevuto un amore più grande perché abbiamo fatto vincere qualcosa ai tifosi dopo tantissimo tempo"