Commenta per primo
Lyanco non è tornato in Brasile ma rimasto a Torino dove sta rispettando tutte le norme per il contenimento del contagio da Coronavirus. In diretta su Instagram con l'amico Kakà, il difensore granata ha però voluto avvertire i suoi connazionali su ciò che sta accadendo in Italia:

"Torino sembra una città in piena Apocalisse, pochissima gente esce di casa, solo una persona per famiglia va a fare la spesa e lo fa tenendo le distanze di sicurezza dalle altre persone e indossando le mascherine. In Lombardia c'è l'epicentro del virus ma ora anche il Piemonte è in ginocchio. Bisogna restare a casa, non ci sono altre possibilità".

"Al Toro non ci sono stati giocatori contagiati, ma in altre squadre sì, tanti della Sampdoria e anche Rugani, Matuidi e Dybala della Juventus. La cosa preoccupante è che il virus può essere trasmesso anche da persone che non hanno sintomi".