Commenta per primo
Due giorni fa la frenata del suo procuratore, Antonio Caliendo. Oggi l'accelerata delllo stesso Maicon, in un'intervista a Radio Globo. Il brasiliano vuole il Real Madrid, il prima possibile. E spera che le due società possano arrivare ad un accordo: "Non dipende da me, è un'operazione delicata. Ho parlato con il mio agente prima del Mondiale, sta gestendo la situazione per accontentarmi. Voglio andare al Real Madrid, è un sogno che spero possa diventare realtà. C'è Mourinho, vorrei tornare a lavorare con lui".
Maicon ha poi parlato dell'Inter e della possibilità di rimanere a Milano, in caso la trattativa non andasse in porto: "Sono felice all'Inter, perchè grazie ai nerazzurri sono diventato un giocatore importante e conosciuto. Se dovessi andare via, lo farei a testa alta".
 
L'agente del giocatore Antonio Caliendo intervenuto a Skysport 24 ha ridimensionato le dichiarazioni di Maicon, lanciando un segnale al Real Madrid: "Maicon non ha detto che vuole andare via, non l'ha chiesto e non ha mai messo in secondo piano la possibilità di rimanere all'Inter. Se i nerazzurri dovessero cederlo, il Real Madrid sarebbe un'ottima occasione. E' questo quello che ha detto".
Poi in merito alla presunta richiesta di sette milioni annui a Florentino Perez, Caliendo ha dichiarato:"Non ho mai parlato con nessuno dell'ingaggio dei miei giocatori. Quello che posso dire è che Maicon non è secondo a "santoni" come Kakà e Ronaldo. Ha vinto più di loro e questo va considerato. E' un difensore, vero, ma è speciale,  è il miglior del mondo nel suo ruolo. Se il Real non vuole metterlo sul piano di Kakà e Ronaldo non siamo disposti ad ascoltarlo".