Commenta per primo
E' un Antonio Caliendo caldissimo, quello che ai microfoni di Italia 7 Gold si lancia contro la dirigenza dell'Inter: "A volte mi chiedo se la società nerazzurra abbia dei dirigenti oppure no - dice - sappiamo che ci sono state delle comproprietà, tanti problemi da risolvere, l'allenatore che è partito, quello che è arrivato, nuovi programmi, eccetera. Però a volte non hanno nemmeno cinque minuti di tempo per un giocatore come Maicon e queste sono cose che bisogna valutare".

Caliendo prosegue aumentando la dose: "Non viene data nessun'importanza al giocatore, non riesco a interpretare i loro pensieri e le loro intenzioni. Leggo sui giornali delle dichiarazioni del presidente Moratti che dice che per meno di 35 milioni non lo cede. Allora Maicon non è incedibile, è sul mercato". Dunque, un messaggio che non gli è arrivato direttamente, ma dai giornali: "Esattamente - conclude Caliendo - mi piacerebbe che un domani sia il giocatore ad esprimersi. Gli stanno mancando molto di rispetto".