52
A pochi minuti dalla sfida contro il Cagliari, il direttore tecnico del Milan Paolo Maldini ha parlato a Sky: "Credo che in questa stagione abbiamo costruito qualcosa che deve avere una continuità. La prossima stagione sarà improntata su questo, Zlatan è parte di questo progetto. Non sarà una trattativa facile, ma c'è l'intenzione di proseguire con lui".

SUL NUOVO ATTACCANTE - "Con Ibra ci sentiamo a posto, abbiamo anche Rebic e Leao. Abbiamo ragazzi giovani che possono fare una crescita esponenziale con Ibra".

SULLA PAZIENZA - "In dirigenza si capiscono tante cose, si adatta il proprio carattere alle esigenze del ruolo. La pazienza dev'essere alla base di ogni dirigente, tutti vogliono i risultati subito specie se stai lavorando al Milan".
SUI MIGLIORAMENTI - "La qualità fa arrivare ai risultati più facilmente. Abbiamo una maglia che pesa e i giocatori devono essere valutati non solo per le doti tecniche, ma anche per la personalità. Dicono che questo lockdown abbia fatto sbloccare la fiducia di qualcuno, ma io avevo fiducia in questo gruppo e credo che la crescita sia partita anche prima".

SULLA DIRIGENZA - "Se siamo uniti? Per forza. Una delle condizioni per rimanere in un gruppo di lavoro è condividere i progetti, anche avendo strade diverse per arrivare all'obiettivo. In un gruppo dev'esserci unità, qui c'è".

SU AURIER - "Abbiamo parlato l'anno scorso con il suo agente, in questo momento pensiamo a finire la stagione. In queste tre settimane dovremo cercare di operare sul mercato".