28
Il Tottenham ferma il Manchester City: finisce 2-2 all'Etihad con tante polemiche. Infatti, così come accaduto in Champions League pochi mesi fa, è il Var a strozzare in gola l'urlo ai tifosi dei Citizens, annullando a 90' inoltrato per un sospetto tocco di mano il gol vittoria di Gabriel Jesus.

LA PARTITA - Il City fa la partita e al 20' si porta in vantaggio con il solito Sterling, già al 5o gol stagionale. Passano 3 minuti e a sorpresa Lamela trova il pareggio, con una precisa conclusione dal limite dell'area, su cui però Ederson non è reattivo. I padroni di casa tornano all'assalto e al 35' tornano avanti con una rete di Aguero. Nella ripresa Lucas Moura, subentrato da pochi istanti, interviene da calcio d'angolo e supera Ederson, rimettendo in discussione il risultato. Gli ultimi 20 minuti sono tutti per gli uomini di Guardiola, che intanto inserisce Gabriel Jesus per un polemico Aguero, Silva e Mahrez. Il forcing del City si concretezza al 91', quando proprio Jesus batte Lloris sugli sviluppi di un corner. Lo stadio esplode, Guardiola abbraccia Aguero, ma l'arbitro, tra lo stupore generale, dopo un consulto con il Var annulla per un più che sospetto tocco di mano di Laporte. Finisce così 2-2, primo allungo in classifica (6 punti contro 4) per il Liverpool.