7
Il mercato invernale si è chiuso ormai da quasi un mese e da allora si è aperta una nuova ma altrettanto importante fase, quella che riguarda da vicino i giocatori il cui contratto è in scadenza il 30 giugno 2020 ovvero al termine della stagione. Giocatori il cui futuro resta in forte dubbio, in bilico fra rinnovi proposti (oppure no) dalle società e offerte arrivate per l'addio a parametro zero. Uno dei casi più chiacchierati è sicuramente quello relativo al centrocampista del Manchester United, Nemanja Matic.

RINNOVO IN STALLO - Il centrocampista serbo è arrivato a luglio 2017 dal Chelsea e ha firmato un contratto in scadenza 30 giugno 2020 con opzione di rinnovo automatico in favore dei Red Devils. Il problema, oggi, è che sebbene Matic vedrebbe di buon occhio il prolungamento, è proprio il Manchester United a non essere convinto per questioni legati all'età (è un classe 1985) e soprattutto al ricco ingaggio superiore ai 10 milioni di euro che percepisce attualmente.
LE PROPOSTE IN ITALIA - Il futuro di Matic resta quindi in dubbio e, per questo, i suoi agenti hanno iniziato a muoversi da tempo proponendolo a numerose squadre fra cui anche diversi club italiani. Il Milan ha subito risposto di non essere interessata, non tanto per le qualità del giocatore, ma perché il suo ingaggio, in un periodo di spending review, non è sostenibile a bilancio. La Juventus ha rimandato ogni discorso e sebbene il giocatore piaccia a Paratici in casa bianconera la priorità resta quella di capire chi degli attuali elementi della rosa potrebbe o meno partire. Infine c'è l'Inter, l'unico club a non aver chiuso la porta al suo arrivo anche se, con l'acquisto di Eriksen, Antonio Conte ha dato indicazioni in vista della prossima estate per l'acquisto di giocatori con caratteristiche differenti da quelle del serbo. Per questo, aspettando la decisione del Manchester United, il futuro di Matic resta in dubbio.