4

Ospite d'onore del 'Gran Gala del Cuore', l'ex tecnico del Manchester City e dell'Inter Roberto Mancini nel weekend è stato a Capri. Per lui si parla di un interesse della Nazionale cinese, ma l'allenatore di Jesi per ora si gode le vacanze. La moglie napoletana gli permette di conoscere da vicino un ambiente che ormai sente un po' suo, nonostante non abbia mai lavorato in riva al Golfo. Calciomercato.com lo ha intercettato sull'isola per parlare con lui di questo Napoli che sta prendendo forma.

Roberto, cosa pensa dei primi passi del nuovo Napoli?
'Sono positivi. Credo che la squadra azzurra parta favorita per lo scudetto. So che è un sogno, ma io vedo queste potenzialità. La squadra è già forte, e si stanno facendo le cose giuste'

Quali? Si riferisce a Benitez?
'Anche. Il presidente De Laurentiis ha una mentalità moderna, quella che oggi serve non solo in Italia, ma in Europa. Era difficile sostituire Mazzarri, serviva un tecnico di spessore ed è arrivato'.

Le piace l'allenatore spagnolo?
'È uno che ha un curriculum che parla per lui. Ha vinto tutto, è un tecnico di grande livello, secondo me difficilmente poteva esserci una scelta migliore'.

Ma se Cavani dovesse andar via?
'Se il Napoli riuscirà a trattenerlo farà il vero colpo. Già come è adesso il reparto offensivo è fortissimo, e mi riferisco anche all'ultimo colpo...'.

Mertens. Che ne pensa?
'Ottimo giocatore. Attaccante veloce, bravo tecnicamente e che sa far gol. È ancora relativamente giovane, forse ha aspettato un po' troppo per fare il salto di qualità. Secondo me si inserisce benissimo nel modulo di Benitez, se resta Cavani l'attacco del Napoli è da urlo'.