1

''Comprare presto e bene'' per evitare una campagna acquisti anonima e inconcludente come l'anno scorso. L'allenatore del Manchester City, Roberto Mancini, ha le idee chiare per rafforzare la rosa della squadra che ha vissuto una stagione abbastanza deludente, nonostante la finale di FA Cup che giochera' il prossimo 11 maggio contro il Wigan. Il messaggio che Mancini invia allo sceicco al Khaldoon Al Mubarak, proprietario del club, suona piu' o meno cosi': il club si muova velocemente sul mercato se non vuole ripetere gli errori della passata stagione che vide via via sfumare tutti gli obiettivi del City, Robin Van Persie in testa, passato ai cugini dello United e fondamentale nella conquista dello scudetto.

''Abbiamo in mente i nostri obiettivi per la prossima stagione e dovremo muoverci molto rapidamente, cosa che non abbiamo fatto che l'anno scorso'', ha detto Mancini nel corso di una conferenza stampa. L'anno scorso, ha aggiunto, ''abbiamo perso giocatori che erano i nostri obiettivi per migliorare la nostra squadra. E secondo me quando si ha un obiettivo in testa ci si deve muover rapidamente''. Mancini ha poi parlato della travagliata stagione dei 'citizens', negando pero' che tra la sua squadra e lo United campione d'Inghilterra ci siano tutti i punti di differenza come recita la classifica (84 contro 68): ''Non credo che la distanza sia corretta - ha detto Mancini - Abbiamo ancora cinque partite a disposizione e abbiamo la possibilita' di recuperare 6-7 punti, credo sia possibile''. Il problema, ha aggiunto l'ex tecnico di Lazio e Inter, e' che ''nel momento cruciale della stagione abbiamo dovuto fare a meno di qualche giocatore, perche' infortunato. Lo United era invece piu' attrezzato per far fronte a queste emergenze, anche se abbiamo fatto errori che ci hanno impedito di rivincere il titolo e loro hanno fatto meglio di noi. Comunque, il Manchester Utd merita di vincere il titolo, complimenti a loro''.

Fra gli obiettivi di mercato del Manchester City anche la stampa inglese indica i romanisti Lamela e De Rossi, il viola Jovetic e il milanista El Shaarawy.